F1, bene Alonso nel secondo giorno dei test. Problemi per il Team Lotus

Un’altra intensa giornata di lavoro è passata. Le prove di installazione sono state tutte compiute e i team finalmente hanno potuto provare sul serio l’efficacia delle loro nuove monoposto, cambiando assetti e scoprendo punti di forza ma anche lacune da riparare il prima possibile. Certamente il più sorridente in assoluto per adesso è Fernando Alonso, capace di portare avanti un programma di test tanto difficile quando interessante. Lo spagnolo anche questa volta ha girato più di tutti (ben 108 giri) dimostrando una affidabilità del mezzo invidiabile nonostante la F150 sia una vettura acerba, e sopratutto strappando il miglior tempo della sessione rifilando tre decimi al campione del mondo in carica Sebastian Vettel. Ovvio che ancora è presto per tirare delle somme, ma è inutile nascondere che sino ad adesso a Maranello sta filando tutto liscio, senza il minimo intoppo o imprevisto.

Red Bull si conferma una monoposto sofisticata e veloce, visto che il giovane tedesco per molto tempo è rimasto in prima posizione, ma vi sono stati già dei piccoli cedimenti strutturali e a farne le spese è stato Webber, costretto al ritiro dopo pochi giri a causa della rottura dello sterzo. La scuderia austriaca continua comunque a dare la netta impressione di nascondere il suo potenziale, evitando di spingere troppo sull’acceleratore. Seguono poi di Resta ed Hamilton sulle rispettive monoposto del 2010, mentre in sesta posizione troviamo Kubica con la sua chiacchierata e discussa Lotus-Renault R31. Il progetto si è visto essere molto ambizioso, ma ancora non è certo se sarà anche competitivo.

Problemi invece per la Mercedes, penalizzata da noie idrauliche e sopratutto per il Team Lotus di Tony Fernandes. La monoposto denominata t128 ha fatto finalmente il suo debutto in pista, ma già dopo poche tornate il pilota Heikki Kovalainen ha accusato un eccessivo sottosterzo dato, probabilmente, da un errore di progettazione che necessita una profonda revisione in fabbrica. Un inizio davvero pessimo per quella che doveva riportare in alto il celebre marchio di Colin Chapman. Oggi vi sarà l’ultima giorno di test con un importante cambiamento nella lista piloti (è il turno di Massa, Button, Schumacher) ma ancora molto deve essere scoperto e capito. Le sorprese certamente non mancheranno.

Riccardo Cangini