MotoGP, Simoncelli chiude i test davanti a tutti. Rossi migliora

Sorpresa nell’ultimo giorno dei test in Sepang. Il dominio Honda continua, ma anche oggi è cambiato il protagonista che è riuscito ad issarsi sino alla prima posizione. Dopo Casey Stoner e Dani Pedrosa, oggi il più veloce in assoluto è stato il sorprendente Marco Simoncelli, capace nei primi giri di segnare il crono record e affermando con forza che ora tra i Big vi è anche lui. Un progresso continuo e costante per il giovane italiano, sempre più a suo agio con la Honda ufficiale e forse davvero in grado di punture in alto per la stagione 2011. Il primo obbiettivo è la conquista di una vittoria nella classe regina, ma forse i tempi sono già maturi per tentare ben altri traguardi.

Secondo staccato di appena 54 millesimi troviamo Stoner. L’australiano conferma il suo stato di grazia ed ormai si può dire che l’apprendistato con la nuova moto è finito (anche se praticamente non è mai iniziato). Nonostante sia riuscito ad andare subito forte, sia ieri che oggi ha cercato nuovi assetti, trovando riscontri positivi ma anche negativi. Certamente il sorriso è ampio sul viso del pilota australiano, ma bisogna ancora affinare due-tre punti per essere pronti al 100%. Terzo Jorge Lorenzo, nuovamente veloce dopo le difficoltà di ieri con il nuovo telaio. Oggi è tornato a girare su tempi consoni ai migliori, dando lustro ad una M1 certamente veloce ed in grado di puntare in alto. Stesso discorso per Ben Spies, quinto ed ormai entrato nel ruolo di Top Driver.

Difficoltà invece per la flotta Ducati. Nicky Hayden è riuscito ad abbassare di molto il suo crono rispetto ai giorni scorsi, eppure la posizione è sempre troppo lontana dai primi: ottavo a più di sette decimi da Simoncelli. Uguale condizione per Valentino Rossi (decimo), eppure nel box vi è serenità dopo questi tre giorni di duro lavoro. Il nove volte campione del mondo infatti è riuscito ad interpretare la nuova moto, dando preziose indicazioni e tentando una nuova strada evolutiva differente rispetto a quella impostata da Borgo Panigale (la carena è tornata nella versione 2010, definita da Rossi più maneggevole). Siamo solo all’inizio certo, ma intanto la base è stata già costruita e consolidata. Problemi invece per Capirossi, mai a suo agio sulla nuova Desmosedici e sopratutto per il povero Bautista su Suzuki, costretto a terminare la sessione anticipatamente per problemi salutari.

Il primissimo capitolo di questa nuova stagione 2011 si è concluso. Vi sono state conferme ma sono nati anche nuovi dubbi e preoccupazioni. Il calendario vede il prossimo test a fine Febbraio ancora qui a Sepang, dando il giusto a tempo a piloti e team per analizzar i dati raccolti e apportare le dovute modifiche. Il nuovo mondiale pian piano si sta avvicinando, l’attesa sta per finire.

Riccardo Cangini