Palermo-Juventus 2-1: Delio Rossi ringrazia i tifosi, Del Neri furioso con l’arbitro

PALERMO-JUVENTUS 2-1, DICHIARAZIONI POST-PARTITA – Va al Palermo la sfida del Barbera contro la Juventus. Gli uomini di Delio Rossi si impongono per 2-1 e balzano al 6° posto in classifica, sorpassando proprio i bianconeri ed agganciando l’Udinese.

Il successo dei siciliani si materializza nei primi venti minuti. Il vantaggio arriva al 7′, quando Miccoli sfrutta un perfetto assist di Patore e supera Buffon con un sinistro in diagonale. Raddoppio rosanero al 20′: cross di Cassani da destra, grande colpo di testa di Migliaccio e palla in fondo al sacco. Buona la reazione della Juve, che trova il gol al 36′ con Marchisio, bravo a superare Sirigu con un sinistro nell’angolo. Nelle seconda parte, nonostante una gara gagliarda, la squadra di Del Neri non riesce a sfondare il muro rosanero. Per il Palermo quello di ieri sera è il 7° successo consecutivo tra le mura amiche: eguagliato il record in Serie A stabilito l’anno scorso.

DELIO ROSSI: “CI ABBIAMO MESSO IL CUORE” – Grande soddisfazione per Delio Rossi, tecnico dei rosanero: “Sono felice del risultato ottenuto. Altre volte abbiamo giocato meglio, però ci tenevamo a fare bene e abbiamo dato tutto. La squadra era un po’ stanca, ma è anche normale dopo un mese in cui si gioca sempre con gli stessi uomini e con una squadra molto fisica come la Juventus. I giocatori ed io abbiamo instaurato un grande feeling con la gente di Palermo, le sette vittorie consecutive in casa lo dimostrano. Li ringrazio per il loro costante supporto“.

DEL NERI: “SIAMO IN CRESCITA, MA L’ARBITRO…” – Misto di soddisfazione e rabbia per Gigi Del Neri. Nonostante una buona gara la Juve subisce la terza sconfitta consecutiva tra campionato e Coppa Italia: “Ho visto tanti segnali di crescita – il commento dell’allenatore bianconero –. Dobbiamo ripartire dalla mezz’ora di oggi, così possiamo andare lontano. Sirigu ha fatto un ottimo intervento su Matri e c’è stato un salvataggio fortunoso di Bovo nel secondo tempo, noi abbiamo creato tanto e credo che giocando così difficilmente perderemo ancora. Certo, ci imbattiamo sempre in situazioni pazzesche, rigori di un’evidenza sconvolgente che non vengono dati. Vogliamo rispetto, Morganti non può dire di non aver visto, altrimenti mi sento preso in giro“.

Pier Francesco Caracciolo