Bari-Inter 0-3, Ventura: “Senza Barreto è un problema”; Leo: “Manca tanto, guardiamo avanti”. E Chivu chiede scusa


BARI-INTER DICHIARAZIONI

Sette punti e una gara da recuperare: l’Inter si riavvicina al Milan. Gli uomini di Leonardo sbancano il San Nicola con le reti che arrivano solo nella ripresa degli acquisti di gennaio Kharja e Pazzini, e del rientrante Sneijder.

L’allenatore del Bari, Giampiero Ventura, guarda il bicchiere mezzo pieno: “La situazione di equilibrio c’è stata fino al 90′, l’Inter credo che abbia fatto gol al primo tiro in porta ma è chiaro che ha valori in campo diversi. Il Bari per l’ennesima volta ha fatto una buona partita. Se si va ad analizzare, abbiamo giocato e costruito ma poco a livello di finalizzazione. Da quando abbiamo perso Barreto è un problema grosso”. E prosegue: “Di fronte avevamo la squadra campione d’Europa e del mondo. E’ un momento particolare con gare come quelle di Torino nella quale abbiamo perso con una punizione e abbiamo sbagliato 8-9 palle gol clamorose, poi Cagliari o partite come questa in cui potevi anche pareggiare tranquillamente per quello visto in campo fino al 90′. E’ una annata non positiva, chiaro che la classifica è difficile, ma è vero anche che con due vittorie si va avanti. Non credo ai proclami ma al lavoro: sono arrivati ragazzi nuovi e giovani. Credo che siano animati da grande volontà, speriamo di far bene. Il Lecce aveva perso il derby con noi, sembravano tutti in bilico, poi è andata a Roma e ha vinto e domenica a Parma”.

Leonardo analizza così la gara vinta dai suoi ragazzi: “E’ strano, con tre attaccanti non abbiamo fatto gol ma a prescindere, ho visto buoni movimenti. Il problema è che con tre attaccanti sono arrivati meno palloni, difficili da giocare. Bisogna arrivare con la sincronia, eravamo un po’ bassi, era difficile trovare spazi. Se ci fossero state occasioni nel primo tempo la gara poteva cambiare così come è successo nella ripresa. Bilancio? Credo che serve poco, bisogna guardare avanti, mancano tantissime partite. Il campionato dimostra che è difficile essere regolari. Il bilancio si farà alla fine. Oggi è stata una gara difficile, contro un Bari che è ultimo ma ha giocato bene e il risultato di questa sera mi sembra eccessivo. Credo che sarà così per tutte le squadre e fino al termine del campionato. Eto’o ha giocato decentrato? Si trova bene lì, poi può giocare anche al centro. Nel secondo tempo trovava spazi, puntava l’uomo, poi anche con due attaccanti e con Sneijder ha trovato spazi”.

Al 14′ della ripresa Cristian Chivu perde la testa e sferra un pugno in faccia a Marco Rossi, difensore del Bari. Il rumeno, che probabilmente andrà incontro alla prova tv, chiede scusa dai microfoni di Sky: “Difficile spiegare cosa è successo, perchè ho perso un attimo di lucidità. Sono qui per chiedere scusa a Marco Rossi perchè ho un briciolo di dignità e voglio chiedergli scusa. Non è da me, mi spiace, mi sento male. Non l’ho mai fatto e chiedo scusa a tutti quelli che guardano il calcio e seguono la squadra. Soprattutto alle mie due bambine”. Scuse accettate dallo stesso Rossi: “Durante la gara possono capitare questi blackout. Poteva essere un episodio a favore nostro con l’eventuale espulsione. Abbiamo fatto comunque una buona partita. Ora accetto le scuse e pensiamo ad altro. Ci penserà chi di dovere”.