Influenza A: muore 38enne di Zapponeta. Non soffriva di altre patologie

 L’influenza A/H1N1 provoca la quinta vittima. Un uomo di 38 anni di Zapponeta, ricoverato dallo scorso 8 gennaio, è deceduto all’alba nel reparto di rianimazione dell’ospedale Tatarella di Cerignola.

Nei giorni scorsi l’uomo aveva avuto un peggioramento ed era stato necessario il trasferimento nel reparto di rianimazione; e secondo le prime informazioni date dai medici, il 38enne non era affetto da patologie pregresse.

L’uomo è la seconda vittima del virus a Zapponeta, mentre è la quinta vittima della provincia di Foggia. Nella regione altre persone sono ricoverate in vari ospedali con i sintomi dell’influenza A ed in tutto sono 9 le vittime dell’influenza A/H1N1 in Puglia.

Nei giorni scorsi è deceduta, nel reparto di rianimazione degli Ospedali riuniti di Foggia, una donna di 65 anni con varie malattie pregresse.

 Il dottor Franco Carella, dirigente dipartimento prevenzione Asl/Fg, ha dichiarato <<In Provincia di Foggia, attraverso una stima provvisoria e parziale possiamo considerare 5 pazienti su 1000 colpiti dall’influenza. Penso che a metà febbraio si raggiungerà il picco massimo con 10 soggetti ogni 1000. Ma la situazione è assolutamente sotto controllo. Se consideriamo infatti – conclude il dirigente del Dipartimento di prevenzione Asl/Fg – una Provincia con un tetto complessivo di circa 700.000 abitanti e i casi di soggetti ricoverati possiamo dedurne le conseguenze ed un quadro valutabile con una maggiore ponderatezza.>>

Daniela Ciranni<!– –>