Legittimo impedimento: Si al referedum, esulta l’Italia dei Valori

Non appena fu approvato il legittimo impedimento contro il parere delle opposizioni, il leader dell’Italia dei Valori non perse tempo e iniziò subito la raccolta delle firme proponendo il referendum.
E ora arriva la notizia, il referendum sul legittimo impedimento si farà.
Infatti nella giornata di ieri la Corte di Cassazione ha accolto l’istanza con cui l’Italia dei valori aveva chiesto di riformulare il testo del quesito referendario, alla luce della sentenza della Consulta che lo aveva dichiarato parzialmente incostituzionale. Lo riferisce il leader dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro. Esprimiamo grande soddisfazione” afferma in una nota aggiungendo: “Siamo riusciti a dare la parola ai cittadini: saranno loro a bocciare la vergognosa norma che va contro il principio de ‘tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge.

Il referendum sul legittimo impedimento è una magnifica occasione per liberarsi definitivamente di Berlusconi e delle sue orribili leggi ad personam. E’ una straordinaria opportunità di partecipazione per i cittadini, per dare un segnale concreto di legalità e per chiedere il rispetto dei principi costituzionali. Gli italiani diranno in maniera inequivocabile che la legge è uguale per tutti e che non viviamo nella Fattoria degli Animali di Orwell: lo affermano in una nota i capigruppo Idv di Senato e Camera Felice Belisario e Massimo Donadi.

Dopo quanto deciso dalla Corte Costituzionale, proseguono, la Cassazione ha ribadito la legittimità della nostra richiesta e questo è per noi motivo di soddisfazione anche per il riconoscimento di un grande lavoro fatto nei territori per la raccolta delle firme. Ci auguriamo che tutte le forze dell’opposizione siano unite e compatte nel sostenere il referendum per abrogare una norma vergognosa, indegna di un paese civile.

Matteo Oliviero