Roma, ragazza si impicca a scuola. L’annuncio su Facebook

Tragedia atroce quella che si è svolta stamane, verso le ore 9, presso l’istituto professionale “Marco Polo” a Monterotondo, un paese nei dintorni di Roma. Una ragazza, appena diciassettenne, si è impiccata all’interno del bagno della scuola.

A ritrovare il corpo esanime è stata una bidella che ha dato subito l’allarme, ma per la giovane, D. S., non c’è stato nulla da fare. Stando ai primi sopralluoghi fatti dagli uomini delle forze dell’ordine, la diciassettenne avrebbe utilizzato per il suicidio una corda portata da casa.

Sconvolti tutti coloro che hanno assistito al ritrovamento: una professoressa e un’alunna, compagna della suicida, sono state colte da malore e prontamente soccorse.

Ancora da chiarire i motivi del gesto di una ragazza che da tutti è stata sempre considerata come una tipa «carina, normale», anche se si sono diffuse delle voci secondo cui da tempo la minorenne si fosse convinta di essere eccessivamente grassa, così da «essersi fissata con certe diete».

A quanto pare, la ragazza era anche ricorsa al sostegno di uno psicologo in servizio presso l’istituto scolastico. A dare un contorno ancora più macabro alla vicenda è stata la scoperta dell’annuncio dell’imminente suicidio da parte di D. tramite il social network Facebook.

Sul suo profilo, la ragazza aveva scritto poco tempo fa: «Paradiso sto arrivando».

S. O.