Fiat, Ferrero: “Chi pecora si fa, il lupo se la mangia”

“Come avevamo previsto, Marchionne dopo aver incassato la demolizione del contratto nazionale di lavoro, bada solo ai suoi interessi e si prepara a inglobare la Fiat dalla Chryisler”. Il leader di Rifondazione Comunista, Paolo Ferrero, commenta con toni assai duri la ventilata ipotesi di una fusione Fiat-Chrysler e di uno spostamento della direzione dello stabilimento torinese negli Usa, precisamente a Detroit. L’esponente della Federazione della Sinistra parla di “una vergogna che dimostra come sia stata fallimentare la strada di tutte le forze politiche, dal Pd alla Lega, di appoggiare Marchionne controgli operai. Come dice il proverbio: chi pecora si fa, il lupo se la mangia. Il governo – conclude Ferrero – deve intervenire e bloccare il piano di Marchionne per impedire la distruzione della Fiat”.

Raffaele Emiliano