Schifani come Napolitano chiude al federalismo

Sono d’accordo con il presidente della Repubblica sul tema del federalismo municipale: è quanto ha affermato oggi il numero uno di palazzo Madama, Renato Schifani, a margine di una visita alla comunità di recupero per tossicodipendenti di San Patrignano, in provincia di Rimini.

“Io condivido i rilievi procedurali del presidente della Repubblica – ha spiegato ai cronisti il presidente del Senato – e nello stesso tempo sono d’accordo su un principio etico-politico di trasparenza parlamentare. Per una riforma come quella del federalismo municipale – ha osservato – si deve avvertire l’esigenza di dare un dibattito completo da parte del Parlamento, in maniera tale che l’intero Parlamento, che è la massima assise rappresentativa degli italiani, possa conoscerlo bene ed eventualmente votarlo”.

“Si tratta di una questione di trasparenza – ha insistito Schifani – stiamo cambiando il Paese ed è giusto che l’intero Parlamento condivida o meno questa scelta”.

Interpellato poi sulla possibilità di ricorrere alle elezioni anticipate per ristabilire l’ordine nel Paese, il pidiellino ha affermato di considerare questa opzione politicamente e socialmente dannosa: “Da tempo – ha ricordato il presidente dei senatori – io auspico stabilità e governabilità del Paese. Al Paese serve andare avanti, anche nella logica della riforma dello Stato federale, del rilancio dell’economia, della riforma del mondo, dei grandi accordi sindacali, della lotta e – ha concluso Schifani – del contrasto alla criminalità organizzata”.

Maria Saporito