Cagliari-Juventus 1-3: Del Neri ringrazia gli attaccanti, Donadoni deluso

CAGLIARI-JUVENTUS 1-3, DICHIARAZIONI POST-PARTITA – La Juventus ritrova il sorriso. La squadra bianconera, trascinata dall’ex Matri, si impone 3-1 sul campo del Cagliari e conquista tre punti fondamentali nella corsa verso un posto in Champions League.

LA PARTITA – Al contrario della gara di Palermo la Juve parte subito bene e trova il gol del vantaggio dopo 20 minuti con Matri, bravo a infilare un impacciato Agazzi con un destro di prima intenzione. Il Cagliari, che nel primo tempo ci capisce poco, apre la ripresa spingendo forte e pareggia al 51′ quando Acquafresca, ben servito da Cossu, batte Buffon con un destro al volo. La Juve soffre ma non molla e ad un quarto d’ora dal termine ritrova il vantaggio: cross di Chiellini da sinistra, Matri colpisce al volo e firma la doppietta. Nel finale, a 6′ dal termine, tris bianconero con Toni, che insacca con un colpo di testa dal limite dell’area.

DEL NERI: “DECISIVI GLI ATTACCANTI” – A fine match Del Neri esulta per il successo ritrovato: “Le squadre di calcio non possono prescindere da chi finalizza in avanti: questo è il motivo per cui la Juventus dal 6 gennaio in poi non ha più prodotto un gioco che prima riusciva a fare in maniera semplice. Siamo stati bravi a vincere su un campo difficile, ora dobbiamo restare umili e con i piedi per terra. Il modulo? Questo 4-1-4-1 mi ha dato sensazioni positive, i ragazzi hanno fatto davvero bene, non lasciando giocare il Cagliari se non con qualche lancio su Cossu da destra a sinistra. La squadra ha fatto vedere che con tutti i giocatori integri ha un gioco valido tatticamente“.

Luca Toni, autore del 3-1, racconta la gioia del primo centro in maglia bianconera: “Sono arrivato a cento gol in serie A e per di più con la Juventus, che cosa potrei volere di più? Segnare con questa maglia ha un sapore particolare ed è ancora più bello. Mi sento carico a mille, anche anche se fisicamente non sono ancora a posto. Ma a volte è meglio andare in campo anche se non sei al top, finisci per giocare più sciolto e con meno tensione addosso. Questa squadra è un bellissimo gruppo, che ha dato una bella prova di carattere. Matri? È forte, un grande acquisto, il futuro della Juve“.

DONADONI: “PAGATE LE INGENUITA'” – Dopo due successi consecutivi il Cagliari è costretto allo stop. Donadoni non nasconde la propria delusione: “Il primo tempo non mi è piaciuto, eravamo troppo in attesa. Nel secondo siam partiti bene, mettendo in difficoltà la Juve. Poi però abbiamo commesso due o tre ingenuità, i ragazzi a livello inconscio hanno subìto un contraccolpo che poi ha portato al terzo gol. Abbiamo perso subito Agostini sull’esterno, poi anche Nainggolan: questo ci ha condizionato nei cambi e nell’andamento della gara. Nella costruzione del gioco a centrocampo qualcosa è mancato, Lazzari è un po’ in ritardo. Il gol annullato? No comment“.

Pier Francesco Caracciolo