Home Lifestyle Salute Certificati on-line: in 10 mesi inviati all’Inps oltre 4 milioni di documenti

Certificati on-line: in 10 mesi inviati all’Inps oltre 4 milioni di documenti

Settimana record per l’invio telematico dei certificati medici. All’Inps sono stati spediti via web 476.824 certificati, con un aumento del 31% rispetto alla settimana precedente.

Secondo i dati del Ministero per la Pubblica amministrazione e l’Innovazione, in dieci mesi dall’avvio del nuovo sistema, risultano complessivamente trasmessi via web all’Inps 3.805.603 certificati di malattia di lavoratori sia pubblici sia privati. Il flusso giornaliero dei certificati di malattia inviati con il nuovo sistema on line si va attestando su un valore medio di oltre 70mila documenti, con punte superiori alle 100mila unità”. La media nazionale dei medici di medicina generale abilitati all’uso del nuovo sistema supera il 92% e due su tre  utilizzano ormai abitualmente la nuova procedura di invio online. In ben 15 regioni e province autonome tale quota è uguale o prossima al 100%.

Si avvia quindi rapidamente alla piena diffusione la nuova procedura di trasmissione telematica dei certificati di malattia dei lavoratori pubblici e privati. Il nuovo sistema voluto dal ministro Renato Brunetta non solo semplifica la vita dei cittadini, per i quali viene meno l’onere dell’invio del certificato al datore di lavoro (riduzione delle spese postali e del tempo perso per ottemperare agli obblighi di trasmissione), ma rende finalmente possibile un monitoraggio puntuale e sistematico dell’assenteismo anche dei dipendenti nelle aziende private. Finora gli unici dati disponibili riguardavano il fenomeno nel settore pubblico. Grazie all’unificazione delle procedure, pertanto, le informazioni sulle assenze di tutti i lavoratori dipendenti (pubblici e privati) confluiscono adesso in un’unica banca dati che puo’ essere consultata sia dai lavoratori direttamente interessati, sia dai datori di lavoro che giorno per giorno hanno la possibilità di avere un quadro completo dell’evoluzione del fenomeno all’interno delle loro strutture.

Le regioni che hanno inviato più certificati sono Lombardia, Lazio, Veneto, Emilia Romagna e Sicilia. Si conferma così il trend delle ultime settimane, che porta a stimare un volume annuale di invii via web dei certificati di malattia pari a circa 25 milioni.

Il Ministero ricorda infine che sul sito del Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione (www.innovazionepa.gov.it) è consultabile una sezione informativa sui servizi e sui numeri utili a disposizione dei medici, dei datori di lavoro e dei lavoratori dipendenti nonché le risposte ai quesiti più ricorrenti e i dati aggiornati dei flussi dei certificati inviati.

Adriana Ruggeri