Piemonte, al via il “Bonus Bebè” dal 14 febbraio

In Piemonte verrà distribuito dal 14 febbraio il “bonus bebè” annunciato dal presidente della Regione Roberto Cota e approvato da una delibera dello scorso 11 gennaio.

A distribuirlo saranno le Asl, che assegneranno ai genitori di ogni bambino nato sul territorio regionale dal 1 gennaio 2011 al 31 dicembre 2011 un carnet con 25 voucher da 10 euro l’uno. I genitori di ogni nuovo nato potranno ritirarli negli uffici della loro Asl che si occupa della “scelta e revoca del medico/pediatra”. Al momento del ritiro dovranno presentare tre documenti: l’attestato di nascita del bambino, rilasciato dal reparto di ostetricia della struttura ospedaliera o il certificato di nascita rilasciato dal Comune, il certificato Isee e un documento di identità valido. Il contributo, che secondo i calcoli della Regione riguarderà circa 30 mila dei 38 mila nascituri del 2011, presuppone una spesa complessiva di 7 milioni e 600 mila euro.

I requisiti necessari per ottenere il “bonus bebè” sono la residenza sul territorio piemontese del neonato e la certificazione Isee rilasciata successivamente alla data di nascita del bambino, non superiore a 38mila euro l’anno (un insieme di parametri che determina il reddito reale di una famiglia). I voucher del valore complessivo di 250 euro potranno essere spesi per l’acquisto di prodotti per l’igiene e l’alimentazione della prima infanzia, presso una rete di esercizi qualitativamente varia, come farmacie, parafarmacie, supermercati della grande, media e piccola distribuzione.

Soddisfatto Roberto Cota, che aveva individuato nel provvedimento uno dei cavalli di battaglia della campagna elettorale. ”Non solo una promessa mantenuta – ha commentato – ma soprattutto un concreto aiuto alle famiglie, a dispetto delle campagne di disinformazione promosse dall’opposizione in queste settimane”. Il riferimento è alla polemica scatenata dal Pd, che ha molto da dire sulla soglia di reddito, considerata troppo elevata, e soprattutto sulla copertura finanziaria del bonus. Nei prossimi giorni la Regione riporterà sul proprio sito (www.regione.piemonte.it) un tabellario di massima dei prodotti e l’elenco aggiornato delle strutture convenzionate. Previsto anche un numero verde per le informazioni: 800-333444. L’iniziativa sarà preceduta da una campagna informativa.

Adriana Ruggeri