Pagelle Inter-Roma: Eto’o imprendibile, Sneijder versione 2010, Julio Sergio tra alti e bassi

PAGELLE INTER-ROMA – Spettacolo puro, tanto divertimento e ben 8 gol: alla fine festeggia l’Inter. Sopra le righe Eto’o e Sneijder, con Julio Cesar versione saracinesca. Tra i giallorossi bene Vucinic e benino Borriello, male Riise, mentre Julio Sergio alterna papere e parate di buon livello.

Inter –

Julio Cesar 7.5: ad un tratto è costretto a 3 parate in 20 secondi. Prende 3 gol senza compiere errori. I suoi interventi sono importanti quanto dei gol. E valgono punti in classifica.

Maicon 6.5: tanto devastante in avanti quanto impreciso dietro. Come da copione.

Ranocchia 6.5: un paio di sbavature ma anche tanti interventi liberatori. Appena può spazza: pochi fronzoli, tanta efficacia.

Cordoba 5.5: arranca. E’ quello più in affanno della retroguardia.

Zanetti 6.5: in un paio di occasioni soffre i movimenti veloci degli attaccanti avversari. Ma quando decide di riprendere in mano la situazione pochi possono contrastarlo.

Kharja 6: sostanza e qualità. Al netto, finora l’Inter, cedendo Muntari e prendendo lui, ci ha guadagnato.

T. Motta 6.5: fresco di convocazioni nell’Italia, si mette davanti la difesa e non fa filtro. Rilancia l’azione con ottima visione di gioco. Trova anche il gol.

Cambiasso 6.5: la posizione da mezz’ala non gli si addice: lui fa bene comunque.

Sneijder 7: l’olandese segna dopo due minuti e torna a tirare da qualsiasi posizione. E’ tornato quello di un tempo: ottime verticalizzazioni e rapidità d’esecuzione.
(dal 74′ Nagatomo 6: entra e la Roma segna dopo 3 secondi. Non ha colpe ovviamente. Si mette sulla sinistra e corre. Con criterio).

Eto’o 8: bastano quattro parole:  fa quello che vuole. E’ impossibile fermarlo.

Pazzini 6: gli manca lo spunto decisivo ma conquista il rigore.
(dal 69′ Milito 5: va bene tutto, ma almeno i gol a porta vuota..).

Leonardo 6.5: zemaniano. Crea molto e subisce altrettanto: l’importante è farne qualcuno in più dell’avversario, di gol.

Roma –

Julio Sergio 5.5: papere e miracoli. La sua biografia potrebbe avere questo titolo.

Cassetti 6.5: per sua fortuna Eto’o gioca più accentrato.  Bene in fase di spinta.

N. Burdisso 5: tre indizi, dicono, fanno una prova. E lui è alla terza espulsione.

Juan 5.5: in confusione nel finale. Macchia una prestazione tutto sommato sufficiente.

Riise 5: i maggiori pericoli arrivano dal suo lato. E il sinistro, stavolta, non funziona a dovere.

Perrotta 6: si guadagna la pagnotta lavorando nell’ombra.
(dal 67′ Taddei 5.5: si nota meno del compagno. Non era facile).

De Rossi 5.5: sotto-tono. Di solito, nelle sfide con l’Inter, ci mette più grinta.

Simplicio 6.5: i suoi inserimenti sono letali nel primo tempo. Sparisce nella ripresa.
(dal 70′ Greco 5.5: non riesce a dare freschezza al centrocampo).

Menez 6.5: ottimo primo tempo, cala alla distanza. Sacrificato per la causa romanista dopo il rosso a Burdisso.
(dal 63′ Loria 5.5: toh, chi si rivede! Va pure in gol. Ma in difesa lavora male).

Borriello 6: ha tutto l’attacco sulle spalle. Lotta ma ha poche chance. Centravanti di manovra.

Vucinic 7: a destra e a sinistra, corre e mette in ansia la difesa nerazzurra.

Ranieri 6: aveva poche soluzioni per cambiare la partita. L’espulsione gli complica ulteriormente i piani.

Edoardo Cozza