Camaiore: imprenditore in fin di vita dopo agguato

Paura in Versilia. Questa mattina un imprenditore di Camaiore (Lucca) è stato colpito da diversi colpi di arma da fuoco mentre stava uscendo di casa. Non si conosce ancora il motivo dell’aggressione né il nome dell’individuo che ha sparato, il quale ha fatto perdere subito le proprie tracce.

Un agguato improvviso e forse inaspettato. Stefano Romanini, 46enne titolare di una ditta di escavazioni, questa mattina alle ore 7 – o poco prima – stava uscendo di casa e si accingeva a salire sulla propria Golf, quando un uomo dal volto coperto da un cappuccio gli si è avvicinato e gli ha sparato contro ben 10 proiettili, ferendolo gravemente. L’abitazione di Romanini, davanti alla quale è avvenuta l’aggressione, si trova in via Battisti, a Camaiore.

E’ stata la moglie dell’imprenditore a dare l’allarme. La donna ha in un primo momento udito gli spari, poi è scesa in strada per controllare cosa fosse successo. Lì ha trovato il marito adagiato per terra, immerso in una pozza di sangue. L’aggressore, nel frattempo, era fuggito a piedi ed era scomparso.

La vittima dell’agguato è adesso ricoverata presso l’Ospedale Versilia e si trova in condizioni gravissime. I medici stanno facendo il possibile nel tentativo di salvargli la vita.

Tocca alla polizia, che opererà a stretto contatto con gli uomini della scientifica, cercare di far luce sui motivi dell’aggressione e di individuare il nome dell’uomo che ha sparato.

Gianluca Bartalucci