Gemelline, arriva la conferma: Alessia e Livia erano sul traghetto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:04

Dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi, è arrivata la conferma ufficiale: Alessia e Livia, le gemelline svizzere di sei anni, scomparse da più di una settimana, erano insieme al padre a bordo del traghetto Scandola della Compagnia Meridionale di Navigazione, diretto da Marsiglia a Propriano, in Corsica.

L’avvistamento è avvenuto lo scorso 31 gennaio e a confermarlo sono arrivate le parole del procuratore della città di Marsiglia, Jacques Dallest, che ha dichiarato: «Ci sono tre testimoni. Ieri, abbiamo saputo da alcuni passeggeri del traghetto Marsiglia-Propriano che l’uomo era con le bambine».

Secondo quanto detto da Dallest «la vicina di cabina (degli Schepp, ndr) spiega di aver udito il pianto di un bambino in serata, e ha detto che poco dopo ha visto le bambine. Una l’ha riconosciuta formalmente», mentre un’altra persona dice di «aver visto le due bambine nell’area giochi del traghetto».

Le parole del procuratore di Marsiglia fissano, così, definitivamente un elemento di questa intricata vicenda: Matthias Schepp era in compagnia delle figlie fino al momento dell’approdo in Corsica.

Adesso rimane da capire cosa l’uomo abbia fatto, appena sceso sull’isola francese. Diverse testimonianze, già negli scorsi giorni, hanno parlato di uno Schepp che si aggirava da solo nei giorni immediatamente precedenti al suicidio. E’ stata questa la versione di un ristoratore della costiera amalfitana che ha rivelato di aver avuto il quarantatreenne svizzero tra i propri clienti, nel proprio ristorante a Vietri sul Mare, il giorno prima che si gettasse sotto a un treno nella località foggiana di Cerignola. Ma in quella occasione, Alessia e Livia, già non c’erano più.

Come se fossero scomparse nel nulla.

In un primo tempo si era pensato che Schepp avesse potuto averle affidate a qualcuno, affinché se ne prendesse cura, ma poi con il ritrovamento del denaro, prelevato dall’uomo a fine gennaio e ieri pervenuto a casa della moglie Irina Lucidi, questa ipotesi ha perso peso.

Le indagini, comunque, proseguono: si cerca di trovare qualcuno che abbia visto scendere dalla nave Alessia e Livia.

Simone Olivelli