Simona Ventura sul ‘Bungagate’: “E’ Arcore che chiama chi è stata sull’Isola”

”Non sono io che convoco le ragazze che sono state ad Arcore. E’ Arcore che chiama quelle che sono venute all’Isola”. Parola di Simona Ventura, in interviste rilasciate al Corriere della Sera e al Fatto Quotidiano, a proposito della partecipazione all’Isola dei Famosi di alcune ragazze che sarebbero state coinvolte nelle serate “bunga” a villa San Martino. La residenza del premier Berlusconi. A tener banco, il caso Fico.

La sua partecipazione, quella di Raffaella Fico, per la showgirl piemontese è una casualità: ”Quando l’abbiamo scelta non ne sapevamo assolutamente niente. Volevo una pin-up italiana dopo le straniere”, spiega al quotidiano milanese. ”La sua presenza all’Isola sara’ una cartina di tornasole politica. Sara’ curioso vedere se verra’ eliminata con il televoto o no. Capiremo molte cose, come la vedono uomini e donne. Cosa pensano davvero gli italiani di questa situazione. Se l’Italia e’ indignata o no”.

E con Mora, suo agente da12 anni? Abbiamo ”un rapporto di grande affetto”, dice. precisando: ”con me e’ stato corretto, non mi ha mai proposto alcuna cena strana”. Quanto a Fede, invece, ”visto che a giugno pare che Mediaset lo mandi in pensione, forse e’ tutto vero. Se e’ vero, comunque, ha fatto una cosa gravissima. Immagino la delusione del premier: una vita spesa per persone che non se lo meritavano”.

Infine, puntatina su Sara Tommasi, la “gola profonda” di questi giorni. “Aveva tutte le possibilita’ di prendere altre strade”, sono donne ”che pretendono di entrare in Parlamento o di avere posti di responsabilita’. Passi chi ottiene case e soldi, affari loro; ma governarci no”.

v.m.