F1, Ferrari nuovamente la più veloce nei test

F1, Massa primo nei test-  La Formula uno continua con le sessione di test invernali lasciando il circuito di Valencia e sbarcando a Jerez de la Frontiera, autodromo più consono per le caratteristiche delle monoposto. Una prova senza dubbio importante per i team partecipanti che possono finalmente capire appieno le loro nuove monoposto, anche se per ora lì davanti vi è nuovamente una Ferrari. Dopo l’ottimo prestazione di Alonso, tocca a Massa guidare la tabella dei tempi, segnando un 1’20″709 già nei primi minuti della sessione, tempo poi divenuto irraggiungibile per tutti gli altri. Ovvio che per adesso il cronometro ha un valore relativo, ma la Ferrari F150th (nome leggermente cambiato causa diatriba con Ford) sta mostrando una solidità non indifferente.

La squadra di Maranello è stata quella che ha percorso più giri sia ieri (101 per la precisione) sia in totale. Un fatto che permette ai tecnici italiani di lavorare su migliaia di dati, fondamentali per scoprire ogni punto di forza e debolezza del nuovo progetto. Il pilota brasiliano ovviamente è felice e soddisfatto: “Sono contento di questa giornata. Ho potuto girare con continuità, senza perdere tempo prezioso. Tutti questi chilometri mi hanno aiutato ad approfondire la conoscenza della macchina e, soprattutto, delle gomme. Il miglior tempo? Non significa nulla, perché non sappiamo in quali condizioni abbiano girato gli altri piloti”. Assetti, gomme, carburante, tutti fattori che influenzano pesantemente la prestazione sul giro e rendono più difficile una reale interpretazione dei valori in campo. L’esempio più lampante è che al secondo posto troviamo il debuttante Sergio Perez su Sauber, capace di tenersi dietro sia Webber che Hamilton, entrambi impegnati su assetti e comportamento delle nuove coperture Pirelli.

In particolare la Mclaren ha portato in pista per a prima volta la rivoluzionaria  MP4/26, non riscontrando nessun inconveniente tecnico. L’esatto opposto invece per Rosberg, nuovamente appiedato da una Mercedes sofferente a troppe noie idrauliche. Chi invece ha ben figurato è il test driver Daniel Ricciardo. Il nuovo pupillo della Red Bull ha avuto il privilegio di guidare per una intera mattinata la nuova Toro Rosso, strappando un quarto tempo eccellente e soprattutto rimanendo davanti al pilota ufficiale Jaime Alguersuari. Se continuerà così il giovane australiano otterrà di sicuro un sedile in Formula uno. I test continueranno anche domani sempre su questo circuito. Vedremo se vi saranno interessanti novità.  

Riccardo Cangini