Pd, lettera con minacce e proiettili a Bersani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:48

Una busta contenente alcuni proiettili e una lettera di minacce indirizzata al segretario nazionale del Partito Democratico, Pierluigi Bersani, è stata recapitata questa mattina alla sede del Pd in via Sant’Andrea delle Fratte. A rendere nota la vicenda, su cui sta indagando la Digos, è una fonte dei democratici.

”Un fatto gravissimo che va condannato con la massima fermezza”, ha commentato il vicepresidente del Senato, Vannino Chiti. ”Voglio rivolgere – ha aggiunto – la mia più totale solidarietà e vicinanza a Pierluigi Bersani. Non bisogna assolutamente sottovalutare questo atto vile e inquietante, mi auguro che si faccia piena luce e che vengano prontamente individuati i responsabili”.

”Un episodio inquietante”, lo ha definito Rosy Bindi, presidente dell’Assemblea nazionale del Pd. Un fatto “che desta molta preoccupazione e allarme. Al segretario Bersani, la mia affettuosa vicinanza e la solidarietà di tutta l’Assemblea nazionale del Pd. Non ci faremo intimidire da queste minacce – ha sottolineato la Bindi – e continueremo ad affermare e a difendere i valori della legalità democratica nel rispetto della Costituzione”.

Solidarietà a Bersani è giunta anche dal Presidente nazionale dei Verdi, Angelo Bonelli: ”Violenza, minacce e intimidazioni – ha dichiarato – non devono avere cittadinanza nel dibattito politico di un paese democratico. La lettera inviata a Bersani non solo va solo condannata con forza ma deve far riflettere su quanto sia oggi avvelenato il clima politico”.

Venuto a conoscenza delle gravissime e intollerabili minacce al leader del Pd, anche il Presidente del Senato, Renato Schifani, ha voluto esprimere la sua più sincera e sentita solidarietà a Pierluigi Bersani, augurandosi che sia fatta al più presto piena luce su questo fatto inquietante.

Raffaele Emiliano

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!