“Rossella”: riassunto settima e ultima puntata

Ben 6.938.000 i telespettatori (24,31% di share) che ieri sera sono rimasti incollati al piccolo schermo per non perdere il gran finale di “Rossella”, la fiction di RaiUno diretta da Gianni Lepre, con Gabriella Pession, Giuseppe Zeno, Danilo Brugia e Francesca Cavallin.

Rossella (Gabriella Pession) è una donna determinata, che segue sempre il suo cuore e che non si arrende davanti agli ostacoli, che nel corso di queste sette puntate hanno più volte cercato di impedire la realizzazione dei suoi sogni. Finalmente, però, può partire per la Francia con sua figlia Angelica, nata dal matrimonio con il marito Giuliano (Giuseppe Zeno), e in compagnia di Riccardo (Danilo Brugia), il medico del quale si è innamorata, dopo aver scoperto la vera natura del suo primo uomo. Certo è che, per arrivare a questo, ha dovuto affrontare diverse controversie, primo fra tutti il carcere.

Intanto Sophie (Francesca Cavallin) discute con Giuliano perché non si è presentato al battesimo di Federico, il bambino nato dalla nuova relazione. L’uomo ancora una volta mostra il suo essere violento nei confronti della donne e la tratta malissimo fino ad arrivare alle mani, proprio come era accaduto con Rossella, che picchiò dopo aver scoperto la relazione nascosta che la donna aveva con Riccardo. Sophie, allora, lo ricatta: se vuole potrebbe denunciarlo per l’omicidio di De Roberti. La contessa, infatti, mostra a Giuliano una lettera del marchese De Roberti il quale scriveva, proprio prima di essere assassinato, che Giuliano è un uomo senza scrupoli che lo vuole morto. L’ex marito di Rossella, così, ‘depone le armi’ e le dice di amarla, persuadendola. Tuttavia il suo obiettivo ora è quello di cercare di rubare quella lettera, giunta dall’Africa, che potrebbe metterlo nei guai. Sophie, però, se ne accorge e lo minaccia con una pistola, ma Giuliano riesce a svincolarsi e la spara. Mentre scappa, arriva Valeri, che trova la donna in fin di vita, ma Sophie, prima di morire, riesce a rivelargli il nome del suo assassino.

Del delitto, però, viene accusato Riccardo, l’ex marito della contessa, e Cesare Andrei lo fa arrestare. Rossella si trova nuovamente ad affrontare un momento nero e, attraverso le lettere che Riccardo le scrive dal carcere, scopre che c’è un testimone oculare che potrebbe far scagionare l’uomo di cui è innamorata. Il testimone è Vanni, il mendicante che la notte del delitto era nascosto a Palazzo Valeri e ha visto il volto dell’assassino della contessa. Nonostante Giuliano tenta invano di ucciderla, Rossella riesce ad andare da Cesare per raccontargli la verità. Vanni viene ascoltato, ma la sua testimonianza non convince Pietro. Tuttavia, Andrei, logorato dai sensi di colpa per aver ucciso Olimpia, convoca Giuliano in Procura e lo mette a confronto con Rossella e Vanni. L’assassino mente spudoratamente, anche se contro di lui ci sono delle prove schiaccianti: i carabinieri che lo avevano visto, il bastone ritrovano vicino Villa Valeri e la testimonianza della governante. Giuliano, così, ricatta il Procuratore e Cesare, inorridito dal comportamento dell’uomo, lo fa arrestare e allo stesso tempo libera Riccardo, che finalmente può tornare con Rossella e Angelica. Ma non solo. Con loro adesso c’è anche il piccolo Federico.

Termina, così, la fiction che ha appassionato milioni di italiani!

(Fonte foto: © Rai)

Simona Leo