Sara Tommasi sull’aereo di Berlusconi, Sgarbi: “La invitai io in Bulgaria”

Chiesi io a Sara Tommasi di venire con me e Berlusconi in Bulgaria“. Vittorio Sgarbi descrive così il primo incontro con la showgirl che sta monopolizzando in questi ultimi giorni l’attenzione e le paure del Paese del sex-affaire.

Sgarbi racconta che all’incontro in aeroporto, prima di salire a bordo dell’aereo presidenziale diretto a Sofia, il Premier non le “mostrò nessuna particolare attenzione o intimità”.

L’ho incontrata negli studi di Domenica 5 – spiega -, l’ho vista gentile e sorridente, mi è stata presentata come un’attrice qual è, e continuo a considerarla tale. Dopo averla vista in due occasioni molto serenamente ho pensato di invitarla” all’inaugurazione di un monumento a Garibaldi nella capitale bulgara, a Sofia.

“Visto l’invito ufficiale”, prosegue, “in quanto sindaco di Salemi”, “chiesi al cerimoniale della presidenza del Consiglio di poter partire con il presidente sul volo di Stato insieme a funzionari e giornalisti” e “chiesi” alla Tommasi di “accompagnarmi”. “Accettò con entusiamo – aggiunge – ma nella tarda serata mostrò alcune difficoltà a ritornare a Roma, così andai a prenderla a Caianiello e arrivammo a Ciampino alle 8 del mattino”. “Quando salimmo sull’aereo il presidente non mostrò nessuna particolare attenzione o intimità per Sara, e mi sembrò semplicemente collegarla al Grande Fratello – conclude Sgarbi -. Parlarono forse un minuto“.

(Nella foto: Sara Tommasi per il calendario Max 2007)

Raffaele Emiliano