Afghanistan, serie di attentati a Kandahar

Diciannove morti e quarantacinque feriti. Questo il tragico bilancio degli attacchi a Kandahar, sud dell’Afghanistan. Una raffica di bombardamenti, il cui epicentro è stata la stazione di polizia della zona.

Tutto è iniziato fra le otto e le nove di questa mattina, quando vi sono stati colpi di pistola diretti al centro di polizia. Dalle prime indagini, i terroristi si sarebbero impossessati di una palazzina vicino per poi iniziare ad attaccare. Attentati di ogni genere. Oltre a bombe e colpi di mortaio, due persone si sono fatte esplodere dentro una macchina. Una situazione di guerriglia andata avanti per diverse ore. Fra le diciannove vittime, quindici sono ufficiali di polizia.
Il misfatto di oggi, è solo uno della lunga striscia di sangue in Afghanistan. Molti gli attacchi dei talebani o milizie di Al-Qaeda con obiettivi civili e militari. Vittime anche uomini degli eserciti, fra cui di quello italiano. Ultima il caporal maggiore Luca Sanna. Il ritiro della comunità internazionale è previsto prima del 2015, anche se per alcune nazione dal 2011, è iniziato un graduale ritorno. I talebani sono attivi nel territorio, non solo afgano ma anche pakistano.

Proprio il ventinove gennaio scorso, a Kandahar perse la vita il governatore Abdul Latif Ashna.Per il politico un attentato, quando era dentro un supermercato. Intanto un gruppo talebano rivendica l’odierno attacco.

Matteo Melani