Basket, Coppa Italia: Milano ko, passano Avellino e Cantù

FINAL EIGHT COPPA ITALIA – Lo aveva detto domenica: “L’effetto Peterson è finito”. E pare proprio che sia così. Il coach statunitense vede la sua Milano uscire dalla Coppa Italia per mano di Avellino: tutto come lo scorso anno.
Nel secondo quarto di finale della serata, i “padroni di casa” (si gioca a Torino) di Biella vengono distrutti da Cantù e da un Mazzarino sublime.

Avellino vola, Milano cade – L’inizio prometteva ben altro: l’AJ mostra segnali di ripresa e vola fino al +15 a metà secondo quarto. Poi i primi intoppi: la difesa schierata e i piccoli di Avellino portano l’Air al -2. I supporters campani sono in festa.
Avellino prova la fuga, Milano di riffa o di raffa (e di Rocca, soprattutto) riesce a restare aggrappata alla partita fino all’ultimo quarto quando Greer va in confusione e l’Air ne approfitta per il break decisivo, con Green da 20 assist ed 11 punti. “Mamma butta la pasta”: Avellino va, Milano crolla. Finisce 92-84.

Cantù sontuosa – Una partita piacevole dove Cantù, guidata da un Mazzarino strepitoso, porta a casa una vittoria che pare una sentenza.
Il primo quarto è strano: Biella sbaglia tanto ma si ritrova solo a -6. All’intervallo lungo, però, i lombardi sono avanti di 17: il capitano Mazzarino ha tanti meriti.
La sentenza arriva metà terzo quarto: Biella si ritrova indietro di 30 punti. Non recupera. Cantù sul velluto chiude 86-57. La semifinale con Avellino è sua.

Edoardo Cozza