F1, Schumacher riassapora la vetta. Massa insegue a pochi millesimi

F1, Schumacher torna davanti a tutti- Sul circuito spagnolo di Jerez continuano i test invernali della Formula uno in assetto 2011. Con quasi tutte le nuove vetture scese in pista (all’appello manca solo la HRT), la nuova stagione sta lentamente prendendo forma, anticipando forse alcune novità e piacevoli ritorni. Per il secondo giorno a chiudere davanti a tutti è stato Michael Schumacher, capace di portare un po’ di sollievo nel box tedesco dopo la pessima prestazione di ieri causa gravi problemi di affidabilità. Il “Kaiser” ha stampato un 1’20″362 già nei primi minuti, crono rimasto di riferimento per tutta la giornata e sino ad ora il più veloce in assoluto. Inoltre sono stati anche completati ben 112 giri senza inconvenienti, preziosi nel reperire informazioni e dati sulla nuova vettura chiamata a riportare in alto il marchio Mercedes.

Staccato di pochi millesimi troviamo Felipe Massa, felice nell’essere riuscito a completare il programma di lavoro previsto e sempre più a suo agio con la F150th. Anche questa volta si è lasciati da parte il tempo singolo lavorando invece su run molto più lunghi, apprezzando nuovamente l’affidabilità di un progetto che promette davvero bene. Benissimo anche Jenson Button, terzo e in grado di tenere il passo dei migliori nonostante solo oggi vi sia stato il primo contatto con la MP4/26. Chi invece nella tabella dei tempi è più arretrato è Mark Webber con la sua Red Bull, in grado però di spaventare letteralmente la concorrenza a causa di un passo gara veloce e preciso. La scuderia campione del mondo sta evitando di mettersi troppo mostra, ma a quanto pare anche quest’anno saranno rivali davvero ostici da battere.

Nuovamente bene la Toro Rosso quinta con lo spagnolo Jaime Alguersuari, mentre i debuttanti del circus hanno avuto i primi problemi. Sia Maldonado su Williams che Perez su Sauber sono stati protagonisti di incidenti che hanno reso inutilizzabili le loro monoposto e hanno costretto la direzione gara a sospendere la sessione tramite bandiera rossa. Abbastanza violento l’urto del venezuelano che fortunosamente è uscito illeso. Ancora ultima la Team Lotus di Jarno Trulli, staccato di un buon secondo dalla Virgin con Timo Glock. Domani sono previsti ancora prove, questa volta con un importante cambio di piloti tra cui spicca il ritorno di Fernando Alonso. Vedremo se anche lui confermerà quanto finora mostrato dagli uomini di Maranello.

Riccardo Cangini