Fantozzi ritorna nelle librerie con ”Mi dichi” di Paolo Villaggio

Per i nostalgici delle “creative” sgrammaticature del mitico Ugo Fantozzi, Paolo Villaggio ritorna nelle librerie con Mi dichi, il nuovo manuale fantozziano della lingua italiana, in uscita a marzo per le edizioni Mondadori. Un’opera da anni pensata dal suo autore per far ridere e riflettere i suoi lettori al suono delle più improbabili e divertenti invenzioni linguistiche. Un ritratto ironico dell’italiano post-moderno all’insegna di una comicità che tende al catastrofico e al mostruoso, che non teme la sgradevolezza e l’apatia, strettamente collegata alla lingua e al mondo i cui viviamo.   Nel libro la morfologia e la sintassi subiscono lo stesso trattamento che il megadirettore galattico da sempre infligge alla sua vittima preferita, Ugo Fantozzi, succube dei mass media, del consumismo, del classismo burocratico, del capitalismo, della pubblicità televisiva, della volgarità tracimante. E come il ragioniere più famoso d’Italia anche la nostra lingua si difende come può da alterazioni, manipolazioni e neologismi fantasiosi frutto di una società che sempre più spesso guarda alla televisione e a internet come punti di riferimento culturale.

Paolo Villaggio
Mi dichi
Editore Mondadori
Uscita marzo 2011
Pagine 200
Prezzo 15,00 euro

Valentina De Simone