Fiat, tavolo Berlusconi-Marchionne a Palazzo Chigi

Si sta svolgendo a Palazzo Chigi l’incontro tra il governo ed i vertici della Fiat. Le prospettive del gruppo in Italia, il piano di investimenti da 20 miliardi e l’alleanza con Chrysler i temi discussi al tavolo. Al confronto sono presenti il premier, Silvio Berlusconi, l’amministratore delegato del Lingotto, Sergio Marchionne, ed il presidente dello stesso gruppo torinese, John Elkann. Tra i partecipanti anche il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, i ministri dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, del Lavoro, Maurizio Sacconi, e dell’Economia, Giulio Tremonti.

“Definire un percorso comune per arrivare alla creazione di un grande gruppo multinazionale con sede in Italia”. Così il sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, anch’egli a palazzo Chigi per il confronto insieme al presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, e a quello della Provincia di Torino, Antonio Saitta. “Auspico – ha osservato il primo cittadino del capoluogo piemontese – si arrivi a un percorso comune tra Fiat, Governo ed enti locali per costruire un gruppo multinazionale solido in Italia, anche attraverso il finanziamento dello sviluppo tecnologico e della ricerca”. Chiamparino ha poi parlato del possibile trasferimento della sede societaria di Fiat-Chrysler negli Stati Uniti: “Spero – ha detto senza sbilanciarsi – che l’incontro di oggi chiarisca proprio questo punto”.

Mauro Sedda