CSI Miami anticipazione delle trame fino a mercoledì

Ecco i primi tre appuntamenti del quarto, quinto e sesto episodio della prima stagione, da oggi a mercoledì 16 febbraio,  alle 19.30 con CSI Miami, quindi nella fascia del palinsesto del cosiddetto preserale di Italia 1, che si tinge di giallo. Infatti per tutti i giorni, da lunedì a venerdì,  andranno in onda e verranno riproposti, tranne nei weekend, tutti gli episodi sin dagli albori. Un appuntamento che permetterà di vedere il primo episodio della stagione, con Horatio Caine, capo del laboratorio di criminologia e analista forense,  del Dipartimento di Polizia di Miami. Si tratta del primo fortunato spin-off, vale a dire il primo derivato tratto dalla serie televisiva statunitense CSI: Scena del crimine  le cui avvincenti trame  ruotano attorno alle indagini della squadra di “turno”  della ipertecnologica e all’avanguardia  polizia scientifica dell’assolata Miami. A seguire, in breve, le trame :

Solo un bacio (titolo originale ‘Just One Kiss’) Nelle stessa notte, sulla spiaggia di Miami avvengono uno stupro ed un omicidio. Dopo aver interrogato il fidanzato della ragazza che ha subito violenza, Horatio e Megan scoprono che la coppia si era recata ad una festa che si è tenuta in casa di  una ricca e potente famiglia di Miami, gli Hamilton, che sembrano essere al centro delle  responsabilita’ sia dell’omicidio che dello stupro e usando il loro potere, tentano di depistare le indagini.

Omicidio in Sacrestia (titolo originale ‘Ashes to ashes’) La squadra indaga sull’omicidio di un prete ucciso a fucilate nella canonica della sua chiesa. All’inizio  il principale sospettato ed indiziato  è un chierichetto  Cameron Medina. Ma ben presto si arriva ad una verità molto più complicata. Horatio, intanto  deve far chiarezza su un insolito  caso: l’incidente di un’automobile che è  finita in un burrone senza alcun motivo apparente.

Caccia al mostro (titolo originale ‘Broken’) Una bambina viene trovata morta nei bagni di un parco giochi. Ma le indagini della squadra  vanno  a rilento, questo  perche’ l’assassino oltre ad aver eluso con scaltrezza ed abilità le telecamere di sicurezza, e’ riuscito anche a camuffare le sue impronte digitali.

Maria Luisa L. Fortuna