Sanremo e le donne: Belen Rodriguez indecisa, Morandi sarebbe andato in piazza

Se non ora quando? Durante la conferenza sanremese i tre protagonisti della kermesse canora, Gianni Morandi, Belen Rodriguez ed Elisabetta Canalis, offrono la loro personale opinione circa la manifestazione svoltasi ieri che ha riempito tantissime piazze d’Italia di donne intente a manifestare al fine di difendere una dignità in rosa che reputano ormai frantumata e svilita dagli accadimenti attuali.

Il bilancio è: un sì, un no e un non so. Il no, come abbiamo già riportato, arriva dalla bella Elisabetta Canalis che liquida la faccenda con parole chiare e concise “Io non avrei preso parte, non c’era bisogno di farla, credo che il significato della manifestazione non vada messo in luce o gridato il giorno che si fa, perché è una cosa che dovrebbe esserci sempre“.
Di parere diverso il buon Gianni nazionale che ribatte cordialmente “Io ci sarei stato, perché no? Ci sarei andato, ieri c’erano tanti uomini a manifestare”, chiaramente Morandi è un  professionista troppo consumato per esprimere un reale parere politico cadendo nel tranello di politicizzarsi alla viglia del suo Festival, diciamo che è solo una buona occasione per porgere un ipotetico fiore, al gentil sesso.

La vera sfinge è la sensuale Belen Rodriguez che tenta un approccio storico al fine di costruire una teoria di antropologico spessore: “E’ dai tempi degli antichi romani che se ne parla…Le donne senza valori ci sono ovunque, non solo in Italia, e non da oggi. Si possono fare tutte le manifestazione ma è un fatto di educazione, è dalla base che occorre lavorare“. Non è ben chiaro se gli Antichi Romani abbiano fornito alla bellissima mora l’assist per glissare oppure se le sue riflessioni volessero, oggettivamente, rimanere in termini astratti.

Comunque con un sì, un no e un non so il trittico sanremese non ha rischiato di scontentare nessuno…nemmeno se se la fossero preparata

Valeria Panzeri