Bahrain, un morto nelle manifestazioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:10

Scontri di piazza anche in Bahrain. Nella manifestazione per i diritti umani, è morto un dimostrante. Una tragica notizia denunciata dalle molte associazioni per le battaglie di civiltà in Medio Oriente.

La protesta che si è svolta ieri a Daih, villaggio vicino Manama, ha visto momenti di tensione con la polizia, culminate anche con violenze. Incendi, lanci di oggetti e lacrimogeni hanno caratterizzato la situazione della capitale. Oggi la notizia di una vittima. Ali Abdulhadi Mushaima, il nome del morto, di ventuno anni. Non si sa ancora se ha perso la vita per un colpo sparato dalla polizia, o in seguito alle ferite riportate. Intanto dal governo arrivano messaggi di solidarietà. “Esprimo sincere condoglianze alla famiglia  Mushaima” scrive in un comunicato Rashid bin Abdulla Al Khalifa, ministro dell’Interno. “Spero sia fatta piena luce per scoprire la verità”. Sui social network, molti i gruppi del Bahrain. Non solo per questo fatto, ma anche di natura politica.

Fra i cartelli dei manifestanti, anche parole di stima per i dimostranti di Egitto e Yemen. A il Cairo la vicenda più sanguinosa, con molti morti e feriti. Tuttora il paese è gestito dall’esercito dopo le dimissioni di Mubarak. Sabato ad Algeri, molti sono scese in piazza contri il governo. Ieri Sanaa è stata teatro di scontri con decine di arresti. Intanto, secondo alcune notizie locali, ci sarebbe un altro morto a Manama.

Matteo Melani

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!