Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Gemelline: la polizia postale analizza i resti del navigatore distrutto

CONDIVIDI

Un’impresa improba, forse, quella che attende gli agenti della polizia postale pugliesi ma nelle indagini sulla scomparsa di Alessia e Livia, le gemelline svizzere sparite nel nulla da quattordici giorni, nulla viene lasciato di intentato e dunque i lavori proseguono in maniera forsennata.

L’obiettivo è quello di riuscire ad analizzare i resti del navigatore satellitare appartenuto al padre delle bimbe, Matthias Schepp, suicidatosi sui binari della stazione di Cerignola, in provincia di Foggia, lo scorso 4 febbraio.

Il prezioso indizio è stato rinvenuto a decine di metri dal luogo della tragedia, semidistrutto e quindi sono molto poche le possibilità che dall’esame degli esperti possa venire fuori un nuovo indizio utile per le indagini.

Gli inquirenti, tuttavia, sperano che si possa tentare di ricostruire il disperato viaggio compiuto da Schepp di cui ad oggi si conoscono soltanto le tappe intermedie: Marsiglia, Propriano, Bastia, Tolone, Vietri sul Mare, Cerignola. Il capolinea. Ma non basta, o almeno al momento non è sufficiente per scoprire dove si trovano, e che fine abbiano fatto, le piccole gemelline.

Le ultime notizie di Alessia e Livia risalgono all’ultimo giorno di gennaio, quando si sono imbarcate su un traghetto diretto in Corsica e partito dal porto di Marsiglia. Poi solo supposizioni e possibili avvistamenti, come quello reso noto dalla signora Olga Ornek che ha detto alla polizia di aver visto le bimbe, l’1 Febbraio, in compagnia del padre e di una signora dall’identità sconosciuta.

Quest’ultima, ormai ribattezzata dai giornali come la “donna bionda“, sembra essere una figura quasi evanescente: pantaloni bianchi, giacca a tre quarti neri, capelli schiariti, sui cinquant’anni, apparentemente in confidenza con il padre delle bambine. Ma non si capisce come ci sia finita sull’isola corsa: si trovava già lì o è partita insieme agli Schepp?

Ma soprattutto esiste davvero?

S. O.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram