Rifiuti, migliora la situazione a Napoli

Sembra finalmente esser migliorata la situazione della raccolta dei rifiuti a Napoli. Secondo gli ultimi dati resi noti lungo le strade cittadine dovrebbero esserci, al momento, solo 800 tonnellate di immondizia. Un notevole passo in avanti rispetto a qualche giorno fa: ieri le giacenze ammontavano a 1100 tonnellate.

L’Ufficio Flussi della Regione Campania fa sapere che per la giornata di oggi è previsto lo sversamento di circa 1400 tonnellate (alcune raccolte in provincia) e che si sta procedendo al recupero di circa 200 tonnellate al giorno all’interno dell’area urbana.

Il miglioramento non riguarda solo il capoluogo. La situazione sempre più felice anche in provincia, dove i compattatori stanno scaricando al ritmo di 2000 tonnellate al giorno e sono impegnati in un recupero quotidiano, anche qui, di circa 200 tonnellate.

Le discariche di Acerra e Quarto sono state nel frattempo soggette a modifiche che ne hanno ampliato la capacità di ricezione.

Parallelamente si sta cercando anche di incentivare la raccolta differenziata. Nicola di Raffaele dell’Enam Spa di Pomigliano d’Arco fa sapere che “la Campania ogni giorno produce 7.577 tonnellate di rifiuti solidi, pari a 2.765.705 tonnellate all’anno con una produzione pro-capite/giorno di 1.300 Kg.”. “Dobbiamo dare ai cittadini”, aggiunge Di Raffaele, “la possibilità di di comprendere che bisogna ridurre i rifiuti a monte e che va assolutamente intensificata, rispettata, incrementata la raccolta differenziata. Per il raggiungimento di questo importante obiettivo, e la buona riuscita delle attività di sensibilizzazione per una corretta ed efficace gestione dei rifiuti sul proprio territorio, occorre una partecipazione attiva dell’intera popolazione residente, commercianti, uffici, mercati, attività produttive e di servizio, scuole e strutture pubbliche. A Pomigliano d’Arco stiamo lavorando in questa direzione con l’obiettivo di raggiungere il 50% entro il primo semestre 2011”.

Gianluca Bartalucci