Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Di Pietro: “C’è conflitto istituzionale, Berlusconi si dimetta”

CONDIVIDI

Non usa mezzi termini il leader dell’Italia dei Valori, come del resto tutta l’opposizione. Il premier deve dimettersi.
C’e’ un conflitto istituzionale nel momento in cui il ministro dell’Interno deve costituirsi come parte lesa in difesa delle Istituzioni e imputato e’ il capo del governo. Un conflitto istituzionale che si può risolvere solo con le dimissioni spontanee o spintanee del presidente del Consiglio“.
Di Pietro si riferisce al processo che inizierà il 6 aprile a carico di Berlusconi, dove il Ministero degli Interni sarà parte lesa.

Facendo le debite proporzioni, tra la tragedia e il ridicolo, anche in Italia c’è un’esigenza di rilanciare la legalità e la democrazia”, si legge sul blog di Di Pietro.
E le piazze di questi giorni sono il prologo di una grande piazza ideal che con il referendum sul legittimo impedimento può mandare a casa il nostro sultano di Arcore”.
E’ stato infatti, approvato il referendum sul legittimo impedimento, dopo la raccolta di firme organizzata dall’Idv, in cui gli Italiani saranno chiamati alle urne.

Se Berlusconi non si dimette, neanche ora che è stato rinviato a giudizio immediato per concussione ed ha come parte lesa lo stesso Governo di cui è a capo, allora il popolo italiano lo deve mandare a casa, come stanno facendo altri popoli che vedono la tirannia alle porte. Lo strumento del referendum c’è, la data anche: il 29 maggio, insieme alle amministrative per non sommare altre spese al conto dello stato, e per garantire la massima partecipazione possibile”.

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram