Egitto: giornalista della Cbs violentata durante la rivolta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:13

Si chiama Lara Logan, ha 39 anni ma ne dimostra molti di meno, ed è  corrispondente  della Cbs  in Egitto per la trasmissione “60 minutes”. La giornalista secondo quanto riportato dalla stessa Cbs sul suo sito web è stata  violentata in piazza Tahir, al Cairo, durante la rivolta contro l’ormai dimesso Mubarak.

La Logan, secondo la ricostruzione dei fatti, sarebbe prima stata allontanata dai suoi colleghi ed in seguito circondata da circa 200 persone, che l’ avrebbero ripetutamente stuprata e contestualmente picchiata in modo molto violento,praticamente fino a farla svenire.

La nota giornalista della Cbs è originaria del Sud Africa e prima di divenire corrispondente in Egitto è stata per diversi anni inviata in zone calde come Afghanistan e Iraq.

A.S.

La giornalista sarebbe stata salvata da un intevento congiunto di alcuni soldati e di un gruppo di donne del posto. Il giorno seguente, la corrispondente della Cbs è rientrata in patria dove si trova tutt’0ra, ricoverata in ospedale a seguito delle forti contusioni riportate a causa del gravissimo episodio verificatosi. Stupro e pestaggio sarebbero avvenuti nello stesso giorno delle dimissioni dell’ex-leader egiziano, durante i festeggiamenti della folla.

A.S.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!