Sara Tommasi: “Aiutatemi, sono malata di sesso e perseguitata”

Sara Tommasi è stata intervistata dal settimanale Diva e Donna e adesso cambia il tono delle sue dichiarazioni. Se era nota a tutti per alcune affermazioni molto forti come “Mi piace il triangolo”, per i suoi flirt e gli sms intercettati, adesso stupisce tutti con queste nuove dichiarazioni rilasciate a Diva e Donna. Potrebbero essere la conseguenza del suo coinvolgimento nell’ inchiesta della procura di Napoli? Fatto sta che parla, come in delirio, dichiarando di essere malata di sesso e perseguitata dai servizi segreti.

“Mi sento perseguitata: secondo me sono i servizi segreti. Mi somministrano di nascosto sostanze che mi hanno fatta diventare malata di sesso; per controllarmi mi hanno impiantato anche dei microchip. In casa mia entrano persone, spariscono cose e forse mi mettono anche dei gas. Sento un odore pesante, mi addormento e dormo tantissimo”, ha detto la showgirl ex naufraga. “C’è un sistema per uniformare una volontà comune, per mantenere lo stato delle cose in Italia. Potrebbero esserci dietro anche riti satanici”.

La Tommasi, che è laureata alla Bocconi, sembra essere in un periodo di forte crisi. Dichiara di voler morire e chiede aiuto: “Ho deciso di parlare perchè altrimenti mi avrebbero uccisa. Ma, adesso, se mi chiedono ‘preferisci continuare a vivere così o morire?’, io scelgo la morte. Se mi sparano sono contenta, perchè almeno finisce questa storia: mi sento proprietà dello Stato e mi hanno tolto la voglia di vivere. Se mi capita qualcosa diranno: ‘Lei l’aveva detto’. Sono esausta, aiutatemi”.

Quando il settimanale le chiede se è stata pagata dal premier durante le sue feste, la showgirl dichiara: “Non ho mai preso soldi da Berlusconi, purtroppo no”.

A. L.