Se no i xe mati, no li volemo in scena al Teatro Goldoni di Venezia

Al Teatro Goldoni di Venezia sarà in scena dal 16 al 20 febbraio lo spettacolo Se no i xe mati, no li volemo di Gino Rocca, con la regia di Giuseppe Emiliani. Fanno parte del cast gli attori Virginio Gazzol, Giancarlo Previati, Lino Spadaro, Michele Modesto Casarin, Massimo Somaglino, Adriano Jurissevich, Andrea Pennacchi, Silvia Piovan, Chiara Saleri, Sandra Mangini, Ilaria Pasqualetto e Gianmarco Maffei, mentre la produzione è di Teatro Stabile del Veneto, Teatri Spa – Treviso  – Teatro Carcano – Milano. Dopo le rappresentazioni a Venezia, lo spettacolo sarà presentato anche al Teatro Verdi di Padova dal 22 al 27 febbraio.

Se no i xe mati, no li volemo è ambientato in un palazzo fatiscente che si trova in una cittadina tra Venezia e Padova. Un nobiluomo ha scelto una congregazione di carità per lasciare il suo patrimonio in eredità ma l’usufrutto del palazzo è stato destinato a novi amici che hanno condiviso con lui la sua vita bizzarra e innocentemente trasgressiva e con cui ha fondato l’associazione chiamata “Se no i xe mati, no li volemo”. Il racconto inizia quando sono rimasti in vita quattro, di cui uno emigrato all’estero, dei nove amici e nessuno di loro conserva quello spirito ironico e scanzonato: Piero Scavezza ha oramai perso il vigore di un tempo e guarda al momento in cui la morte lo ricongiungerà con il figlio caduto in guerra; Bortolo Cioci, diventato un brontolone ruvido e nevrotico e Momi Tamberlan, architetto stravagante e incompreso sposato in seconde nozze con la giovane Irma, che con le sue pretese e un tenore di vita sopra le possibilità di Momi, sta mandando in rovina la famiglia. La notizia che l’immobile che occupano non spetta più loro di diritto perché da tempo non rispettano le clausole delleo statuto della loro associazione che prevede, per ogni membro, una perenne vita spregiudicata e goliardica di cui essi devono quotidianamente dar prova li obbliga a tornare allo stile di vita di un tempo per cercare di riottenere i loro diritti sul palazzo ma il tempo ha messo alla dura prova i loro fisici e si sfiorerà la tragedia.

Rappresentato per la prima volta nel 1926, Se no i xe mati no li volemo ha fin da subito ottenuto i consensi del pubblico e della critica che ne sottolineava la capacità di passare dalla comicità al dramma con successo attraverso una storia ricca di contenuti e che ben descrive il mondo di provincia. Senza retorica e utilizzando il dialetto, sul palcoscenico prende vita la quotidianità dei tre protagonisti e ciò che accade quando devono recitare e fingere di essere rimasti quelli di un tempo. Umorismo e nostalgia si uniscono in quello che viene considerato il capolavoro teatrale di Gino Rocca.

Venerdì 18 febbraio, alle ore 17.00 gli interpreti di Se no i xe mati, no li volemo incontreranno il pubblico al Teatro Goldoni con la moderazione di Caterina Barone, critico teatrale.

Calendario spettacoli al Teatro Goldoni:

turno P mercoledì 16.02. ore 20.30
turno G giovedì 17.02. ore 16.00
turno V venerdì 18.02. ore 20.30
turno S sabato 19.02. ore 20.30
turno D domenica 20.02. ore 16.00

Biglietti (prevendite online sul sito del Teatro Stabile Veneto, alla biglietteria del Teatro Goldoni e ai punti vendita HelloVenezia o telefonicamente al numero 041.24.24):

Platea: interi € 27; ridotti € 24; giovani € 15
1°e 2° ordine: interi € 24; ridotti € 22; giovani € 13
3° ordine: € 12
4° ordine: € 7

Beatrice Pagan