Viaggiano dentro un container e arrivano a Genova: rimpatriati tre tunisini

Un viaggio assurdo, lunghissimo, effettuato in condizioni a dir poco pericolose e disagiate. Un viaggio che è parso loro inevitabile. Tre clandestini tunisini sono stati trovati questa mattina dagli uomini della Polmare all’interno di un container che stava per essere depositato presso il porto di Genova. I tre uomini hanno viaggiato per più di due giorni, dalla Tunisia all’Italia, all’interno dello stesso box. Hanno cercato di ripararsi dal freddo indossando un paio di giubbotti, uno messo sopra l’altro, e utilizzando delle coperte. Quando sono stati trovati, tremavano ed erano in cattive condizioni di salute, con evidenti difficoltà di respirazione.

Le forze dell’ordine si sono accorte della loro presenza quando, ispezionando il container, hanno sentito dei lamenti e delle richieste d’aiuto. Solo allora, dopo aver rotto i sigilli, gli uomini della Polmare sono penetrati all’interno del box e hanno trovato i 3 uomini.

Le condizioni dei clandestini, nonostante tutto, sono sembrate subito non preoccupanti. I 3 hanno detto alle forze dell’ordine di aver intrapreso il viaggio per sfuggire alla pericolosa situazione che si sta delineando in Tunisia e per cercare di raggiungere alcuni loro parenti che, in questo momento, si troverebbero in Lombardia.

Dopo esser stati curati e nutriti presso l’ospedale San Martino, i tre immigrati sono stati subito rimpatriati.

Gianluca Bartalucci