Cosenza: sicari uccidono madre e figlia. Il capofamiglia salvo per miracolo

Tragedia nel cosentino.

Ieri in tarda serata, sono state uccise due donne a colpi d’arma da fuoco nel comune di San Lorenzo del Vallo.

A perdere la vita Rosellina Indrieri, di 45 anni, e la figlia Barbara, di 26. Nell’agguato è stata ferita anche una terza persona: l’altro figlio di Rosellina, Silos De Marco di anni 24.

Quando i killer hanno fatto irruzione nella residenza, in casa era presente anche il capofamiglia, Gaetano De Marco, che però non è stato visto dai sicari e quindi miracolosamente è sopravvissuto al dramma.

Prontamente sono giunti sul posto le volanti delle forze dell’ordine che dopo aver fatto i rilevamenti del caso, hanno reso noto che l’assalto a casa dei De Marco probabilmente è da intendersi come il risultato di una vendetta trasversale.

Infatti, il destinatario indiretto del sanguinoso messaggio potrebbe essere Aldo De Marco, il fratello di Gaetano e, dunque, cognato e zio delle vittime. L’uomo lo scorso 17 gennaio uccise il giovane Domenico Presta.

Da fonti vicine agli investigatori, si è venuti a conoscenza che il padre di Presta, Franco, è ricercato da ben due anni. Sul suo capo pendono tre accuse di omicidio.

Da ieri sera, forse quattro.

Simone Olivelli