Europa League, sedicesimi andata: Napoli in bianco, Spalletti cade nel finale, pari Liverpool


EUROPA LEAGUE SEDICESIMI ANDATA.
Non vince nessuna delle favorite nell’andata dei sedicesimi di Europa League: dopo lo 0-0 del Manchester City in casa dell’Aris Salonicco (gara disputata martedì), lo stesso risultato lo ottiene il Liverpool in casa dello Sparta Praga, mentre lo Zenit di Spalletti cade nel finale. In risalita le quotazioni del Porto, che vince sul difficile campo di Siviglia. Pareggia l’unica italiana rimasta nella competizione: il Napoli di Mazzarri.

AZZURRI IN BIANCO – Il Napoli non va oltre lo 0-0 al San Paolo contro il Villarreal. Dopo un primo tempo giocato su buoni ritmi ed equilibrato, gli uomini di Mazzarri accelerano nella seconda metà della ripresa: annullato un gol a Cavani per fuorigioco e poi è Lavezzi ad avere un’ottima occasione, ma il portiere Diego Lopez devia in angolo. Nel finale viene espulso Aronica per doppia ammonizione. Ritorno tra sette giorni al Madrigal.

SPALLETTI AMARO FINALE – Sconfitta in rimonta e maturata nel finale per lo Zenit San Pietroburgo del tecnico di Certaldo. La squadra russa cade (2-1) sul campo dello Young Boys: gli svizzeri sfruttano la superiorità numerica (espulso Bystrov al 69′) e passano al 94′ con una rete di Mayuka.

LIVERPOOL PARI – Deludente zero a zero anche per i Reds che impattano sul campo dello Sparta Praga: portieri mai impegnati durante i 90 minuti e attacco degli inglesi apparso spuntato per l’assenza di Suarez, che non può essere impiegato in Europa League.

I BIG MATCH – La sfida più interessante del tabellone vede opposti Siviglia e Porto: ad avere la meglio sono i portoghesi (2-1), ancora imbattuti tra campionato ed Europa League; gli uomini di Villas Boas, con questa vittoria ottenuta su un campo difficile come quello andaluso, maturata a cinque minuti dallo scadere grazie a una rete di Guarin, si candidano seriamente alla vittoria finale. Grandi emozioni tra le capoliste rispettivamente del campionato francese e olandese: Lille e Psv, che pareggiano 2-2. I transalpini, avanti 2-0 fino all’83’ si fanno raggiungere nel giro di un minuto.

QUALIFICAZIONE VICINA – Sono già con un piede e mezzo agli ottavi Twente, Ajax, Bayer Leverkusen e Dinamo Kiev, tutte vittoriose in trasferta. I campioni d’Olanda, arrivati terzi nel girone di Champions League dell’Inter, si confermano un’ottima squadra e vincono a Mosca (non si gioca a Kazan per le precarie condizioni del campo) per 2-0 contro il Rubin Kazan, piuttosto imballato dalla preparazione precampionato. La squadra di Amsterdam domina in Belgio (3-0) contro l’Anderlecht del baby fenomeno Lukaku.
Goleada dei tedeschi (4-0) ai danni del Metalist. Poker anche della Dinamo Kiev in Turchia contro il Besiktas: l’unico gol della formazione di Istanbul lo mette a segno l’ex interista Quaresma espulso poi nel finale; in rete per gli ucraini, tra gli altri, il capitano Shevchenko.

MOSCOVITE CORSARE – Vincono entrambe le squadre della capitale russa. Il Cska, una delle squadre più convincenti viste nella prima fase, vince 1-0 in Grecia contro il Paok Salonicco: decide Necid, al suo settimo gol in questa edizione dell’Europa League. Grande vittoria in rimonta invece per lo Spartak sul campo del Basilea: i russi recuperano incredibilmente dallo 0-2 e si impongono per 3-2 grazie alla rete nel recupero di Ananidze.

ALTRE PORTOGHESI 1X2 – Risultanti discordanti per le formazioni lusitane. Vince in rimonta il Benfica sullo Stoccarda (2-1): dopo lo svantaggio iniziale, i portoghesi ribaltano la situazione negli ultimi 20 minuti di gara.
Rudnevs – se lo ricorderanno i tifosi della Juve dopo la tripletta di Torino nella fase a gironi – colpisce ancora e stende il Braga: il Lech Poznan si impone così 1-0 in Polonia.
Pareggia invece lo Sporting Lisbona (1-1) in casa dei Glasgow Rangers, i portoghesi evitano la sconfitta allo scadere grazie a Mati Fernandez.

EMOZIONI – Sono quelle che regalano Bate Borisov e Paris Saint Germain: la gara termina 2-2 con i francesi che rimontano due volte lo svantaggio, decisivo Luyindula a un minuto dal 90′.
La settimana prossima, tra martedì e giovedì, si disputeranno le gare di ritorno.

Ecco tutti i risultati dell’andata dei sedicesimi di finale di Europa League:

Aris Salonicco-Manchester City 0-0

Rubin Kazan-Twente 0-2 – 77′ De Jong, 88′ Wisgerhof

Metalist-Bayer Leverkusen 0-4 23′ Derdiyok, 72′ Castro, 90′ e 92′ Sam

Napoli-Villarreal 0-0

Anderlecht-Ajax 0-3 – 32′ Alderweireld, 59′ Eriksen, 67′ El Hamdaoui

Lech Poznan-Braga 1-0 – 72′ Rudnevs

Besiktas-Dinamo Kiev 1-4 – 27′ Vukojevic (D), 37′ Quaresma (B), 50′ Shevchenko (D), 56′ Yussuf (D), 90′ Gusev rig. (D)

Bate Borisov-Psg 2-2 – 16′ Renan Bressan (B), 30′ Mevlut Erdinc (P), 81′ Gordeychuk (B), 89′ Luyindula (P)

Benfica-Stoccarda 2-1 – 21′ Harnik (S), 70′ Oscar Cardozo (B), 81′ Jara (B)

Siviglia-Porto 1-2 – 58′ Rolando (P), 65′ Kanoutè (S), 85′ Guarin (P)

Lille-Psv 2-2 – 6′ Gueye (L), 31′ De Melo (L), 83′ Bouma (P), 84′ Toivonen (P)

Paok-Cska Mosca 0-1 – 29′ Necid

Rangers Glasgow-Sporting Lisbona 1-1 – 66′ Whittaker (R), 89′ Mati Fernàndez (S)

Sparta Praga-Liverpool 0-0

Basilea-Spartak Mosca 2-3 – 36′ Frei (B), 41′ Streller (B), 61′ Kombarov (S), 70′ Dzyuba (S), 92′ Ananidze (S)

Young Boys-Zenit 2-1 – 20′ Lombaerts (Z), 46′ Lulic (Y), 94′ Mayuka (Y)

Miro Santoro