Roma-Shakthar Donetsk 2-3: Ranieri crede ancora nella qualificazione

DICHIARAZIONI ROMA-SHAKTHAR DONETSK. Continua la crisi in casa Roma. La squadra di Ranieri ha infatti perso per 3 a 2 la gara d’andata degli Ottavi di Finale della Champions League, giocata ieri sera contro la formazione ucraina dello Shakthar Donetsk. La squadra di Ranieri ieri sera era passata in vantaggio grazie al gol di Perrotta, segnato al 27’ nel corso di una prolungata azione iniziata da un calcio d’angolo. Un minuto dopo è arrivato il pareggio dello Shakthar con Jadson, al quale si sono poi aggiunte le reti del 2 a 1 e del 3 a 1 siglate da Douglas Costa e da Luis Adriano. Al 61° minuto di gioco è arrivato il gol di del 2 a 3 di Menez, che è stato bravo a rubare palla a Jadson e centrocampo, ed a sparare un’angolatissima conclusione che si è spenta alle spalle di Pyatov.

I commenti a fine gara sul match disputato sono stati i seguenti.

In casa Roma hanno parlato Ranieri e Riise. L’allenatore capitolino ha analizzato così il match perso contro gli ucraini: “Sono soddisfatto della prova dei ragazzi. Sono dispiaciutissimo per il risultato, ma contento per la prestazione della squadra contro un avversario di assoluto valore. Poi è anche vero che in questo momento non ne va bene una. Il ritorno? Noi non molliamo, perché in Ucraina possiamo fare come loro hanno fatto qui”. Il giocatore giallorosso invece si è mostrato dispiaciuto e pentito per l’errore che è costato il 3 a 1 alla Roma, ed ai giornalisti che lo hanno intervistato ha dichiarato “Sto davvero male, di testa, di stomaco. Io ero pronto per tornare in campo ma il mister ha deciso giustamente di lasciarmi fuori per il mio errore. Mi scuso con i tifosi e con i compagni. Cosa è successo in occasione dell’errore sul 3-1? Quando mi è arrivata la palla ho pensato di lanciare forte e lungo, poi ho avuto un ripensamento e sono caduto”.

Per lo Shakthar Donetsk ha parlato invece Mircea Lucescu, una vecchia conoscenza del calcio nostrano. “Noi abbiamo giocato una buona gara, e credo che Ranieri e i giocatori sapessero che siamo una buona squadra– ha dichiarato l’ex-allenatore di Brescia, Reggiana ed Inter, che poi ha aggiunto –Ho visto una grande Roma nella ripresa, che ha dato tutto, ha corso, ha creato situazioni per segnare, ed ha creato grande pressione sulla nostra squadra. Non capisco alla fine i fischi, visto che è difficile giocare con questo nervosismo”. Lucescu ha poi concluso il suo intervento in zona mista dicendo “Siamo un’ottima squadra, che gioca in maniera organizzata e che ha in campo tanti bravi giovani. Ciò mi rende davvero orgoglioso”.

Simone Lo Iacono