Sanremo 2011: Festival o Parlamento?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:26


Il terzo appuntamento con il Festival di Sanremo 2011 si appresta a far discutere: Roberto Benigni ospite, i ministri della maggioranza in platea, il Popolo Viola che annuncia un improvvisato Bella Ciao in Riviera, il forfait di Emma Marrone ad Annozero.

Sin dalla prima serata, dall’acclamato Ti sputtanerò di Luca e Paolo, seguito ieri da un numero satirico, giusto per garantire una ilarità bipartisan, sui santoni intoccabili della sinistra, il Festival finisce inevitabilmente nel calderone della politica.

Il Giornale titolava Sanremo vira a sinistra, e mai titolo fu più profetico, sembra.

Non tanto per lo schierarsi da un lato all’altro, bensì per i connotati prettamente polemici e politici che, quest’anno, dopo molto tempo, irrompono all’Ariston.

La partecipazione di Roberto Benigni alla terza serata sanremese, occasione per festeggiare i 150 anni dell’Unità d’Italia, è stata anticipata da un’accesa polemica innescata dagli ambienti del Carroccio: “Dove sono i precari e i manifestanti quando il patriota Benigni viene pagato 200 mila euro per la sua morale da mezz’ora?”.

Critiche cui Gianni Morandi aveva risposto, in modo più o meno diretto, in conferenza stampa: “Benigni vale quattro volte più del suo cachet”.

Il presentatore interviene anche quando qualcuno gli annuncia la presenza degli attivisti Viola che canteranno Bella Ciao: “Ah si? Se passo mi fermo e canto pure io”.

La superfavorita dai bookmaker, Emma Marrone, dà un mezzo forfait a Michele Santoro.

Affascinata da un’ex recluta da talent show targato Mediaset che scende in piazza, domenica scorsa, per far valere la sua dignità di donna e schierarsi contro Berlusconi, il conduttore di Annozero aveva proposto alla giovane un intervento a distanza. Dopo un tentennare durato due giorni, la Marrone ha fatto sapere: “Sono alle prime armi, sono abbastanza emotiva e voglio concentrarmi su quel che devo fare sul palco, ma mi sono messa a disposizione per un’altra volta”.

Ottimi ascolti hanno tenuto a battesimo il Festival di Morandi, eliminando, così, dalla lista uno dei primi pensieri negativi di dirigenti e direttori di rete. Che il bonaccione cantante di Uno su mille debba, ora, preoccuparsi di eventuali telefonate in diretta?

Carmine Della Pia

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!