Steve Jobs: per il National Enquirer ha sei settimane di vita

17 febbraio. Notizia shock pubblicata dal “National Enquirer”. Steve Jobs, guru della Apple, colosso informatico che è arrivato quasi dal nulla a fare concorrenza a Bill Gates e la sua Microsoft starebbe per morire.Secondo la testata, gli rimarrebbero s’ e no sei settimane di vita. A dimostrarlo alcune foto scattate fuori dal centro oncologico di Stanford, che lo ritrarrebbero in condizioni quasi  “scheletriche”.

A Gennaio Jobs aveva annunciato che si sarebbe preso un pausa, per “concentrarsi sul suo stato di salute”. Il National Enquirer chiama in causa il Dottor  Samuel Jacobson; sarebbe stato lui a dire, dopo ever visto le foto, che Jobs è in fase terminale.

Da questo punto di vista risulta allora piuttosto strano l’incontro con il ragazzo delle meraviglie “Mark Zuckerberg- io sono facebook”  e con lo Schmidt proveniente dal fantastico mondo di Google, un incontro al quale parteciperà Barack Obama, vale a dire il Presidente degli Stati Uniti. I dubbi sono tanti, primo fra tutti questo: Possibile che una riunione così’ importante si tenga nonostante le drammatiche condizioni di salute di Jobs?

Evidentemente sì, è la risposta, visto che l’incontro si terrà, oppure le suddette condizioni non sono così drammatiche. Il National Enquirer tempo fa annunciò anticipatamente anche la dipartita della conduttrice Ophra Winfrey, quasi una leggende in USA, una leggenda vivente però, da decine d’anni in tv, da decine di anni campionessa assoluta d’ascolti e d’incassi.

Nella foto, tratta dall’Enquirer e ora circolante sul web, Jobs fuori dallo Stanford Cancer Center.

A.S.