Crisi Roma: squadra contestata dai tifosi a Trigoria. Ranieri rischia?

CRISI ROMA: SQUADRA CONTESTATA DAI TIFOSI. La gara persa in malo modo contro lo Shakthar Donetsk ha lasciato il segno in casa Roma. I tifosi della compagine giallorossa hanno infatti contestato duramente la squadra durante tutto l’allenamento svolto ieri a Trigoria.

“INDEGNI” – Il leit-motiv della contestazione dei tifosi romanisti è stata la parola “indegni“, che i supporters hanno scandito per tutto l’allenamento svolto dalla Roma a Trigoria. La stessa parola era spuntata in uno striscione esposto durante la partita di Champions persa contro la squadra di Lucescu, ed è apparsa ieri anche nelle mura che circondano Trigoria. Ma i tifosi romanisti non si sarebbero fermati solo alle parole. Alcuni di questi avrebbero preso a calci la macchina di Borriello, al quale avrebbero poi urlato “Napoletano di m….“: i supporters in questione non devono aver gradito la rabbia dell’ex-milanista, esplosa per l’esclusione dalla formazione titolare che è scesa in campo contro lo Shakthar. Brutti cori sono stati dedicati anche a Menez, mentre gli unici a salvarsi dall’ira dei tifosi giallorossi sono stati Totti e Mexes, osannati dalla folla.

IERI INCONTRO UNICREDIT SQUADRA – La squadra di Ranieri ieri non ha dovuto incontrare solo i tifosi arrabbiati a bordo campo. A Trigoria c’è stato infatti un incontro con Paolo Fiorentino dell’Unicredit, che è arrivato nel centro sportivo della Roma accompagnato da Rossella Sensi. Il Deputy Ceo dell’Unicredit deve aver parlato con i ragazzi dei risvolti sulla trattativa per la cessione dell’As Roma, che entro 30 giorni dovrebbe portare la cordata Usa al comando. Fiorentino avrebbe anche chiesto ai ragazzi ed a Ranieri di non mollare proprio adesso in Campionato ed in Champions, perchè la chiusura di una stagione fallimentare potrebbe portare gli americani a chiedere dei forti sconti nel corso delle trattative, che li porteranno ad acquistare la Roma.

FIDUCIA A TEMPO PER RANIERI? – Fiorentino e la Sensi avrebbero poi parlato a parte con Ranieri. All’allenatore capitolino hanno mostrato grandissimo sostegno, così come si è visto nel corso delle interviste rilasciate al termine della visita di Trigoria. Ma, secondo i ben informati, il Ceo di Unicredit e l’ex-presidentessa della Roma gli avrebbero fatto capire che la sua permanenza a Roma è legata alle partite contro Genoa e Bologna: se il tecnico testaccino dovesse fallirle entrambe, potrebbe lasciare la squadra giallorossa prima della fine stagione.

Simone Lo Iacono