Erika e Omar: a dieci anni dal massacro, la ragazza è quasi libera


A dieci anni dal delitto di Novi Ligure, Erika De Nardo è prossima alla libertà.

Era il 21 febbraio 2001 quando la ragazza, allora sedicenne, uccise con 97 coltellate la madre e il fratellino di 11 anni. L’efferato delitto fu compiuto con la complicità di Omar, allora diciassettenne fidanzato.

Dopo il primo tentativo di discolparsi l’un l’altro accusando una banda di albanesi entrati in casa per una rapina, i ragazzini finirono in carcere e, il giudice che stabilì la condanna, 16 anni per lei, 14 per lui, definì il massacro: “Uno degli episodi più drammaticamente inquietanti della storia giudiziaria del nostro Paese”.

Omar ha lasciato il carcere qualche mese fa, Erika uscirà tra poco più di un anno.

La pena è stata ridotta grazie a indulti e sconti, il padre, Francesco De Nardo, unico scampato alla strage perché fuori per una partita di calcetto con gli amici, è pronto a riabbracciare sua figlia. Subito dopo il dissequestro, l’uomo si era nuovamente trasferito nella villetta di Novi Ligure che fu teatro della “mattanza”, come definirono allora i primi soccorritori.

La ragazza, che ha compiuto il delitto con estrema lucidità, era stata trasferita dall’istituto per minori Beccaria, al carcere di Verziano, Brescia, dove si è diplomata e laureata in Lettere.

Stando ad alcune indiscrezioni, Erika vuole costruire una famiglia e diventare madre.

Fino a cinque anni fa, le fu negata la libertà condizionale, chiesta dagli avvocati affinché potesse essere ospitata presso una comunità di recupero. La Cassazione respinse la richiesta perché “non ancora ravveduta”.

Un criminologo che fu consulente della difesa di Erika, Massimo Picozzi, scrive sul suo blog: “Chi siano oggi Omar ed Erika è difficile dirlo, ed è del tutto improbabile che commettano altri reati ma hanno compreso l’enormità del loro gesto? Il senso di colpa ha messo radici nel loro cuore?”.

Lunedì 21 febbraio, il decennale della tragedia che sconvolse, a lungo, Novi Ligure.

Carmine Della Pia