Ruby, proprietaria centro benessere: “Mi disse ‘Sono nipote di Mubarak'”


La marocchina più discussa degli ultimi tempi, Ruby Rubacuori, era solita fornire lo stesso cartellino da visita: “Sono la nipote di Mubarak”.

Se qualcuno pensava che la bugia raccontata al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, il quale, a sua volta, non esitò ad usare la stessa presentazione quale pretesto per scarcerare l’allora minorenne, fosse solo esclusiva dei piani alti, si sbaglia di grosso.

La proprietaria di un centro benessere di Messina, Ester Fragata, racconta del giorno in cui incontrò per la prima volta la ragazza: “Lei mi disse che era egiziana ed era nipote di Mubarak, c’era pure un testimone, un mio amico architetto che può testimoniare questa cosa”.

Ruby era stata ospitata al centro benessere per dieci giorni, salvo scappare via rubando un bracciale d’oro dal valore di tremila euro.

L’udienza preliminare per la richiesta di rinvio a giudizio per furto, denunciato dalla donna, ma nettamente smentito dalla giovane, è prevista per mercoledì prossimo davanti al Gip del Tribunale per i minorenni di Messina.

Ruby avrebbe rubato il bracciale in oro e in brillanti nel 2009, quando era ancora minorenne, la parte lesa ha deciso di svelarsi: “In questi giorni”, afferma ancora Ester Fragata, “sto leggendo dichiarazioni assolutamente deliranti, dichiarazioni che sono assolutamente false, tendenziose, in cui si vuole costruire una mia immagine contrapposta alla santa Ruby”.

Quest’ultima, d’altro canto, non ha mai negato di aver commesso “stupidate” e “piccoli furti”, si ricordi, a tal proposito, l’intervista concessa ad Alfonso Signorini qualche mese fa per il programma tv Kalispèra.

La fama della ragazzaccia fu poi scacciata grazie all’incontro con Silvio Berlusconi, “è come se avessi fatto un giro alla Caritas”, avrebbe rivelato candidamente dopo la giovane.

Le accuse di furto lanciate dalla Fragata sono sempre state respinte. In un caso, Ruby aveva anche rilanciato una sorta di sfida, accusando la proprietaria del centro benessere di “una vendetta nei miei confronti perché non soddisfavo i suoi clienti”.

Carmine Della Pia