Salone Ginevra: al via l’edizione 2011 dal 1° marzo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:04

Al Palaexpo di Ginevra quest’anno ci saranno 700 costruttori e 170 anteprime mondiali ed europee, di cui 40 con motore elettrico o alternativo, con Fiat e Ferrari per la prima volta insieme.

Il Salone di Ginevra del 2011, giunto all’81esima edizione, si conferma come vetrina mondiale dell’auto, grazie ai tanti costruttori che scelgono la piazza elvetica per presentare le novità delle loro case e le soluzioni tecnicamente rivoluzionarie, prototipi e idee per consumare e inquinare meno.

Dal 1° marzo, giornata di inaugurazione del noto evento con l’apertura alla stampa, nei sette padiglioni della Fiera, pari ad una superficie di 80.000 metri quadrati, saranno esposte 170 anteprime internazionali, con circa 700 costruttori partecipanti provenienti da 31 diversi Paesi.

Il 3 marzo, poi, l’apertura al pubblico, con gli organizzatori che stimano cifre record di visite prevedendo circa 700.000 possibili visitatori.

Per Luc Argant, presidente del Salone, “la scorsa edizione, nonostante i timori per la crisi che ha colpito anche il settore dell’auto, è stata un successo. Quest’anno ci sono stati chiesti 6.500 metri quadrati in più dagli espositori, che non erano disponibili ma lo saranno per l’edizione 2011. L’esposizione di quest’anno si apre sotto i migliori auspici”.

L’attenzione è sempre alta per il ‘Pavillon Vert’ (il Padiglione verde), dove spiccano le tecnologie ‘ecologiche’ e saranno esposti 40 veicoli, sulle 170 anteprime ufficiali, dotati di soluzioni innovative, in termini di risparmio e tutela dell’ambiente, per la mobilità.

Grande attesa, inoltre, per la prima volta insieme di Fiat e Ferrari, che, da compagne di stand, condivideranno gli stessi spazi espositivi.

Tra le novità dell’imminente manifestazione spiccano FerrariFF, Mercedes-Benz Coupé Classe C, Fiat Freemont (suv), Lancia Flavia e Yplison, Honda Jazz ibrid, Peugeot 308, Seat Alhambra 4×4, Mini Cooper SD Clubman (5 porte) e Countryman Suv e Volkwagen Golf Cabriolet.

Marco Notari