Spotorno: distrugge l’auto a 320 km/h ma rimane illeso

Probabilmente gliela avranno venduta come un miracolo di auto e lui, un ragazzo tedesco di 28 anni protagonista di questa incredibile storia, avrà pensato a chissà che o comunque di certo non al fatto che ci sarebbe voluto un incredibile colpo di fortuna o benedizione – fate voi – per fare sì che non ci morisse dentro.

Un paio di notti fa, sull’autostrada Genova – Ventimiglia, all’altezza dell’uscita di Spotorno, un’automobile, per l’esattezza una Pagani Zonda, si è capovolta alla velocità di ben 320 km/h, dopo aver compiuto un testacoda.

Alla guida del mezzo, vi era appunto un ragazzo tedesco di 28 anni insieme alla sua compagna, una ventunenne lituana.

I due, che nella carambola infernale hanno coinvolto anche un altro autoveicolo, sono rimasti incredibilmente illesi, nonostante il mezzo su cui viaggiavano si fosse trasformato in qualcosa di irriconoscibile.

Nessun danno nemmeno per lo sfortunato conducente dell’altra automobile.

Sul posto sono prontamente giunti le forze dell’ordine che, dopo aver constatato come si fosse rischiata la tragedia, non hanno potuto fare altro che ritirare la patente all’incauto e fortunato conducente. O pilota?

Il tratto autostradale in cui si è verificato l’incidente, è famoso per accogliere vetture che viaggiano all’impazzata: secondo molti la responsabilità di ciò sta anche nel fatto che spesso alla guida vi sono cittadini stranieri (Spotorno è parecchio vicino al confine francese, ndr) e, siccome manca una normativa europea in materia, viene difficile sfruttare le multe come deterrenti.

S. O.