Giudice sportivo, respinto il ricorso per Lavezzi: salterà il Milan. Esplode la protesta

LAVEZZI SALTERA’ IL MILAN – Il Napoli dovrà rinunciare a Lavezzi anche per la delicata sfida scudetto di lunedì prossimo a San Siro contro il Milan. Il ricorso della società partenopea per una riduzione della pena comminata al fantasista argentino (in seguito all’episodio relativo alla gara contro la Roma disputata sabato scorso all’Olimpico durante al quale il Pocho si era reso protagonista insieme al romanista Rosi di un acceso diverbio culminato con uno sputo da parte di entrambi) non è andata infatti a buon fine.

Un’assenza che rischia di pesare molto in casa Napoli e che già fa gridare allo scandalo per come la decisione è maturata. Il giudice sportivo Gianpaolo Tosel in Corte d’Appello ha infatti preso in esame un altro video, quello di Controcampo, in luogo di quello appartenente a Sky sul quale si è basata la squalifica. Questa la reazione dell’Avvocato del club Partenopeo, il Sig. Grassani: “E inammissibile l’acquisizione del filmato, non doveva essere assolutamente utilizzata quella prova. Un vero e proprio colpo di scena, un caso unico nel calcio, tra colleghi e non colleghi sappiamo che è inammissibile, è irrituale. Le immagini sono più chiare ma non danno alcuna certezza assoluta!  De Laurentiis amareggiatissimo. Purtroppo non abbiamo alternative”.

Grassani si era dimostrato molto critico anche prima dell’uscita del verdetto, ed aveva dichiarato ai microfoni di Radio Marte: “Ad ora non vi è stata alcuna comunicazione. La visione di un altro filmato – andato in onda su Controcampo – ha cambiato le carte in regola. Tosel ha giudicato colpevole Lavezzi sul filmato di Sky e in corte d’appello non è ammissibile portare un altro filmato, poiché questo non è rispettoso delle regole giudiziarie. L’unico filmato ammissibile è quello di Sky, non quello della trasmissione di Mediaset, Controcampo. L’udienza ormai si è chiusa con questo colpo di scena e siamo in attesa del verdetto finale”.

DOMENICA PANOLADA A FUORIGROTTA – Quando mancano poco meno di 10 giorni al big-match di San Siro i toni si fanno quindi già incandescenti. Intanto per domenica, in occasione dell’incontro Napoli-Catania, si annuncia una “panolada” di protesta al San Paolo.

Simone Meloni