Unità d’Italia, Napolitano: “Valorizziamo quel che ci unisce”

“Valorizziamo quel che ci unisce come nazione e ci impegna come Stato unitario di fronte ai problemi e alle sfide che ci attendono”. A dichiararlo in una lettera al quotidiano ‘La Repubblica’ è il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. “Il Consiglio dei Ministri – scrive il capo dello Stato – ha adottato la decisione che ad esso competeva per quel che riguarda le modalità della festa del 17 marzo 2011. Ho ritenuto di dover restare, nel mio ruolo, estraneo a ogni disputa in proposito. Ma ritengo che lo spirito della decisione presa sia apprezzabile”.

Secondo il Presidente della Repubblica, “quello che conta è che ci sia piena e attiva consapevolezza , a tutti i livelli istituzionali, del significato delle celebrazioni di questo storico anniversario: e cioè, della necessità di farne occasione di riflessione seria e non acritica, e insieme decisa valorizzazione di tutto quel che ci unisce. Nelle celebrazioni così concepite – conclude Napolitano – confido che potranno riconoscersi tutte le forze politiche, sociali e culturali, potranno aver spazio tutte le sensibilita’”.