Serie A, Lazio-Bari 1-0: decide un grande Hernanes


LAZIO-BARI 1-0.

Il sogno Champions è sempre più alla portata. La Lazio approfitta degli stop delle dirette concorrenti e rafforza sempre più il quarto posto, portandosi a +4 sull’Udinese. I biancocelesti battono di misura il Bari grazie a un bel gol di Hernanes siglato al 6′ del primo tempo. Il brasiliano delizia poi l’Olimpico con grandi giocate. Il Bari, invece, ci prova nel secondo tempo, ma i pugliesi sembrano davvero poca roba, troppo spuntati in avanti e subiscono un’altra sconfitta, l’ennesima di questa disastrosa stagione. La Serie B ora è davvero a un passo.

PRIMO TEMPO – Muslera si fa male durante il riscaldamento: distorsione alla caviglia per il portiere uruguaiano, in porta al suo posto va Berni. Rientra Radu tra le fila biancocelesti, e Reja si affida ancora una volta a Kozak unica punta con Gonzalez, Hernanes e Sculli a supporto. Il Bari, invece, scende in campo con un 4-3-2-1 con Alvarez e Bentivoglio a sostegno di Okaka.
Alla prima occasione la Lazio passa: è il sesto minuto, incursione di Sculli sulla sinistra, cross in mezzo per l’accorrente Hernanes che in spaccata mette dentro; davvero un bel gesto tecnico del Profeta.
Il brasiliano ci prova poco dopo con un destro dalla distanza bloccato da Gillet. Al 15′ ancora Hernanes ci prova, ma stavolta col sinistro, Gillet blocca. Il portiere biancorosso al 18′ deve ripetersi su un rasoterra di Matuzalem e poi al 22′ su una punizione di Hernanes. Al 28′ ancora lo scatenato brasiliano salta due uomini e calcia verso la porta: Gillet smanaccia ed evita il raddoppio. Al 39′ si rinnova la sfida tra Hernanes e Gillet: punizione a giro del Profeta, l’estremo difensore del Bari respinge in angolo. Un minuto dopo, ancora Lazio vicina al gol con un destro di Kozak ribattuto da un difensore pugliese. Al 42′ sponda dello stesso Kozak per il solito Hernanes: sinistro del brasiliano bloccato da Gillet.

SECONDO TEMPO – Bortolo Mutti cambia una pedina nel suo Bari non pervenuto nel primo tempo: dentro Castillo, fuori Bentivoglio. Al 5′ Sculli spreca una bella palla datagli da Hernanes che fa letteralmente impazzire con i suoi dribbling la difesa pugliese. Al 9′ ci prova Kozak da posizione angolata: palla a lato. Al 12′ episodio dubbio in area con Castillo che sgambetta Hernanes: l’arbitro lascia correre. Un minuto dopo, arriva finalmente la prima palla gol per il Bari: Berni respinge una conclusione di Donati. Al 17′ cross di Alvarez dal fondo, risolvono Biava e Berni. Il Bari sembra crescere e così Mutti ci prova: al 27′ entra una punta, Ghezzal, per un difensore Parisi; esce anche Okaka, rilevato da Rudolf. Ma, un minuto dopo, è ancora la Lazio ad andare vicina al raddoppio: cross dalla destra di Lichtsteiner, va al volo Sculli, Gillet salva di piede. Al 34′ ci prova ancora Hernanes con una punizione dalla media distanza che si spegne di poco a lato.
Al 40′ Reja concede la standing ovation a Hernanes, sostituito da Zarate. Intanto il Bari si rende pericoloso, ma Stendardo – entrato al posto di Biava che ha accusato un problema fisico – salva su Castillo. Al 44′ ci prova anche il neo entrato Zarate: ancora un ottimo Gillet risponde di piede ed è grazie al portiere belga che il passivo per il Bari non sia più pesante.

IL TABELLINO

LAZIO-BARI 1-0 (primo tempo 1-0)

MARCATORE: Hernanes al 6′ p.t.

LAZIO (4-2-3-1): Berni; Lichtsteiner, Biava (Stendardo dal 28′ s.t.), Dias, Radu; Ledesma, Matuzalem; Gonzalez (Brocchi dal 19′ s.t.), Hernanes (Zarate dal 40′ s.t.), Sculli; Kozak (Berardi, Scaloni, Bresciano, Floccari). All. Reja

BARI (4-3-2-1): Gillet; A. Masiello, Glik, Rossi, Parisi (Ghezzal dal 27′ s.t.); Gazzi, Almiron, Donati; Bentivoglio (Castillo dal 1′ s.t.), Alvarez; Okaka (Rudolf dal 27′ s.t.) (Padelli, Raggi, Codrea, Romero). All. Mutti

ARBITRO: Pierpaoli di Firenze

AMMONITI: Rossi (B), Matuzalem (L), Almiron (B), Ghezzal (B)

ESPULSI: nessuno

Miro Santoro