Il perdono è donna. Fondamentale superare il rancore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:59

“Errare è umano, perseverare è diabolico. Ma perdonare è divino”.

Un tradimento, una bugia, è difficile perdonare dopo una grossa delusione. Ma non solo all’interno di una coppia, le donne lo fanno più facilmente rispetto agli uomini.

Il perché è stato spiegato da uno studio spagnolo che, analizzando le differenze fra sessi e generazioni in materia di perdono, ha riconosciuto alle donne una questione di empatia. L’uomo, invece, è più concentrato sul dolore e non riesce a comprendere la sincerità della donna.

Nello studio, pubblicato sulla Revista Latinoamericana de Psicologia e condotto da Carmen Maganto  insieme a Maite Garaigordobil, professore alla facoltà di Psicologia dell’università dei Paesi Baschi, si mette in primo piano il fattore chiave del perdono: riconoscere i pensieri e i sentimenti degli altri, di immedesimarsi e reagire in modo opportuno, insomme l’empatia.

Allo studio hanno partecipato 140 persone, genitori fra i 45 e 60 anni di età e figli tra i 17 e 25 anni. Dalle loro risposte emerge che si riesce a perdonare se sono presenti due elementi fondamentali: il rimorso di chi ha combinato il guaio, e il non serbare rancore, per chi è vittima del torto.

Per quanto riguarda figli e genitori il discorso è molto più semplice. I genitori sono più predisposti a perdonare le marachelle dei figli, che si san bene anche loro da piccoli combinavano ai loro genitori. Per i figli, invece, il perdono è un qualcosa che arriva col passare del tempo. Entrambi, però, sono concordi su dei fattori fondamentali per una famiglia: bisogna non portare rancore, riconciliarsi, ma soprattutto comprendere i bisogni del nucleo familiare.

Per superare un torto subito, bisogna avere una grande volontà che provoca anche dei benefici a livello psicologico e fisico. Perché arrabbiarsi, vendicarsi sono sentimenti che richiano di fare ammalare; la contrario, chi riesce a perdonare, sta molto meglio e può mettersi in gioco.  

Daniela Ciranni

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!