Malpensa: tunisino fa irruzione con un coltello, un poliziotto gli spara

Mattina di terrore e follia all‘aeroporto milanese di Malpensa.

Un uomo, le prime indiscrezioni parlano di un cittadino tunisino, avrebbe fatto irruzione all’interno del Terminal 1 a bordo della propria auto, dopo aver sfondato le recinzioni.

Sceso dal veicolo, avrebbe impugnato un coltello con l’intenzione di raggiungere la propria moglie che, in quei momenti, stava per effettuare il check-in e da lì a breve sarebbe salita su di un volo di cui, al momento, non si conosce la destinazione.

A cercare di fermare il folle è intervenuto un poliziotto in servizio presso lo scalo aeroportuale, ma in quel momento il tunisino si sarebbe fiondato contro l’agente tentando di aggredirlo con il coltello. E’ stato proprio lì che il poliziotto avrebbe impugnato la pistola e, puntandola verso i piedi dell’aggressore, avrebbe esploso un colpo che sarebbe andato a segno, ferendolo.

Non è passato molto prima che il panico si diffondesse tra le centinaia di viaggiatori in procinto di imbarcarsi per le più svariate destinazioni.

Una nota della della Sea, la società che gestisce gli aeroporti milanesi, conferma il tutto: «Sì, c’è stata una sparatoria, c’è un ferito ma non sappiamo in che condizioni sia. Non abbiamo altri dettagli».

Al momento, sono stati sospesi tutti i voli in arrivo e in partenza da Malpensa, mentre il terminal è stato totalmente evacuato in pochi minuti.

Ancora sconosciuto il movente che ha portato il tunisino a compiere l’irruzione: probabilmente all’origine di tutto, però, ci sarà stato un conflitto all’interno della coppia che l’uomo ha pensato di risolvere in una maniera a dir poco inusuale.

S. O.